Ordine del giorno in Parlamento per devoluzione 8 per mille alla ricerca

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2476



Il Presidente del Consiglio comunale dell'Aquila, Vito Colonna, ha trasmesso ai Presidenti della Camera dei Deputati e del Senato l'ordine del giorno approvato dalla massima Assemblea del capoluogo lo scorso 30 agosto, riguardante la devoluzione dell'8 per mille dell'irpef alla ricerca scientifica.
Il documento rappresenta un sostegno della Municipalità dell'Aquila al progetto di legge di iniziativa popolare teso a modificare la legge 222 del 1985, introducendo, per l'appunto, la possibilità di devolvere l'8 per mille dell'imposta sul reddito per le persone fisiche anche alla ricerca, oltre che a strutture che rappresentano confessioni religiose e allo Stato per scopi di carattere sociale e di interesse umanitario. Tale iniziativa è stata avanzata nel corso della trasmissione televisiva “Il faro”, diretta dal giornalista Enzo Mellano.
«Attualmente – è scritto nell'ordine del giorno approvato dall'Aula – il 60% dei contribuenti non sceglie fra le opzioni previste dalla legge, perché non ne condivide nessuna. Al contrario, l'importanza della ricerca scientifica è riconosciuta da tutti. Pertanto, è generalizzata la convinzione che si debba fare di più in questo ambito e la proposta di legge va proprio nella direzione di consentire al contribuente di devolvere verso tale finalità l'8 per mille dell'irpef che lo riguarda».
«Dotando la ricerca di maggiori risorse – è riportato ancora nel documento – sarà certamente possibile il miglioramento della qualità della vita, sotto tutti i punti di vista».
20/09/2006 14.36