L’Aquila. Inizia la lunga strada verso il nuovo Prg

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1333


La sistemazione di alcune porzioni significative del centro cittadino e la riqualificazione dell'intera area intramuraria, costituiscono un obiettivo preciso della amministrazione comunale chiaramente scritto nel programma del sindaco Tempesta.
La vera chiave di volta al problema, e volano, sarà il nuovo Piano regolatore generale che stabilirà obiettivi e direttive da seguire nel prossimo futuro.
In questa ottica si inseriscono oggi le parole degli assessori comunali Ugo Giannunzio e Francesco Carli che spingono il mondo politico e quello dei tecnici ad elaborare nuove proposte.

«E' questo il momento per elaborare qualche idea e preparare qualche soluzione», spiegano Carli e Giannunzio, «bisogna muovere dal fatto che la nostra Città, secondo l'opinione di molti storici e di molti studiosi dell'urbanistica, è il primo esempio italiano di urbanistica programmata e finalizzata. Le condizioni, è ovvio, si sono modificate, sicché le scelte salienti dei momenti fondativi sono, oggi, un semplice riferimento storico-culturale. Restano alcuni caratteri peculiari: la forte vocazione ad esprimere cultura, l'interesse per la qualità architettonica, la volontà di conservare i molteplici e pregevoli presidi esistenti, l'ambizione di far convivere la tradizione con la tecnologia».
Secondo i due membri dell'esecutivo «l'Amministrazione Comunale intende avviare una riflessione sull'intero centro storico, per predisporre un'ipotesi di intervento che, nel contempo, sia urbanisticamente rilevante (sistemazione dell'area del mercato, chiusura razionale del centro storico, sistemazione dell'arredo urbano con la costituzione di una commissione di ornato etc.), ma svolga pura una funzione propulsiva, fungendo da stimolo a nuove attività (economiche e non solo)».
Nei prossimi giorni sarà in città, per una ricognizione ed una valutazione preliminare, il Prof. Michele De Lucchi.
Lucchi è personaggio noto: urbanista di vaglia, maestro del disegno industriale, operatore di elevato standing sul mercato internazionale dei restauri.
«Va, però, sottolineato», aggiungono gli assessori, «che la figura del Prof. De Lucchi – proprio in ragione dell'eclettismo culturale e dell'enciclopedismo che esprime – sembra particolarmente indicata per misurarsi col complesso problema delle aree storiche della città».
L'incontro col Prof. De Lucchi si svolgerà nei giorni 18 e 19 settembre ed impegnerà insieme col sindaco, i settori dell'Urbanistica, dell'Edilizia, dell'Attuazione del programma.

15/09/2006 11.39