Chieti. Ennesima lite nella maggioranza di centro sinistra

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1338

Chieti. Ennesima lite nella maggioranza di centro sinistra
È ancora la politica a tenere banco a Chieti.
Nell'ultimo consiglio comunale non è mancata l'ennesima bufera, soprattutto nella maggioranza, che non si è dimostrata compatta, nonostante all'ordine del giorno si fossero argomenti piuttosto urgenti e necessari per l'amministrazione della città.
Da mesi si trascinano litigi interni e lotte per la supremazia all'interno della coalizione che non hano portato nulla di buono.
In questo clima di disorientamento è la minoranza a farla da padrona e a denunciare l'immobilismo della giunta Ricci.
Ad attaccare il centrosinistra sono Umberto Di Primio (An) Emilia Di Matteo (Fi) Emanuele Buracchio (lista per Chieti) Raffaele Di felice (Udc).
«La maggioranza di centro-sinistra è ormai allo sbando», scrivono i consiglieri in una nota, «nell'ultimo consiglio comunale dedicato esclusivamente alle interrogazioni all'ordine del giorno presentati dalla maggioranza sono tuttavia emerse inaspettate le spaccature all'interno del centrosinistra. In un clima di totale anarchia», scrivono i consiglieri di minoranza, «il gruppo dei Democratici di sinistra, dopo la trattazione del primo ordine del giorno da loro stessi presentato, ha chiesto l'inversione dell'ordine del giorno. Ma quando è stato chiamato in discussione l'importante ordine del giorno presentato la Margherita sul problema dell'inquinamento acustico i Ds hanno abbandonato l'aula facendo così venir meno il numero legale».
Attegiamento che di certo non ha portato buoni frutti per la città.
«All'opera da sei mesi», chiosano facilmente gli oppositori di minoranza, «la maggioranza di centrosinistra ha dimostrato tutti i suoi limiti e contraddizioni, mostrando la incapacità totale di amministrare. Cosa può aspettarsi una città da un sindaco incapace di gestire difendere il suo gruppo dalle imboscate in aula degli altri partiti di maggioranza su argomenti da tutti condivisi?»
26/10/2005 12.59