Firmato il protocollo di concertazione comunale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

857

PESCARA. Lo strumento è nato per «condividere e portare avanti lo sviluppo sociale ed economico della città».
Si è svolta questa mattina nella Sala San Cetteo del Palazzo di Città la firma del Protocollo d'intesa in materia di Concertazione Comunale tra l'amministrazione comunale e le principali organizzazioni sociali ed economiche quali Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Unione industriali Pe, Cna, Casartigiani, Confartigianato, Api, Confcommercio e Confesercenti.
«Il protocollo», fanno sapere dal Comune, «disciplinerà la concertazione triangolare e il dialogo sociale sulle più importanti materie della sfera territoriale ed economico/sociale della città di Pescara».
L'atto è stato sollecitato dalle organizzazioni sindacali e «si coniuga con le politiche di partecipazione alle principali scelte pubbliche portante avanti dall'Amministrazione comunale sin dal suo insediamento».
Il sindaco D'Alfonso, che ha firmato il documento, si è detto molto soddisfatto di questo atto che «fornisce a tutti uno strumento attivo per favorire la partecipazione e l'assunzione reciproca di responsabilità sulle scelte strategiche per la città».
«Soprattutto in un momento in cui le risorse provenienti dal centro si fanno limitate», ha sottolineato il sindaco, «è necessario che si elevi il profilo della programmazione in capo agli enti locali. Una buona programmazione è anche il frutto dell'ascolto e dell'interlocuzione con le espressioni vitali della scoietà che consentono una lettura più approfondita su quanto è davvero necessario e sui mezzi più adeguati per raggiungere gli obiettivi individuati».
La seconda fase dell'amministrazione, che si svilupperà soprattutto nel campo delle iniziative sociali per rendere più efficace il Welfare e quindi più corrispondente ai bisogni dei cittadini più disagiati, «si avvarrà molto di questo strumento di concertazione costante, anche se bisognerà superare una prima fase di rodaggio del funzionamento del nuovo modello, per consentire alla struttura amministrativa dell'Ente di appropriarsene pienamente».
I rappresentanti delle organizzazioni firmatarie del protocollo hanno espresso la loro soddisfazione sull'iniziativa, sottolineando alcuni temi sui quali la concertazione assume un profilo pioritario.
In conclusione dei lavori si è convenuto che nel mese di settembre si svolgerà un'intera giornata di confronto tra Comune ed organizzazioni firmatarie sul bilancio e sulle più importanti iniziative da perseguire soprattutto nel campo sociale.

24/06/2006 12.10