E’ allarme sicurezza a San Salvo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1195

I gruppi politici di opposizione di San Salvo affrontano una problematica molto attuale nella cittadina adriatica, quella della sicurezza dei cittadini, dopo i numerosi e crescenti episodi di microcriminalità registratisi negli ultimi tempi.
Pare, infatti, che siano in aumento i casi di furto e rapina, gli incendi dolosi probabilmente a scopo intimidatorio e le effrazioni in abitazioni a scopo di furto.
Il movimento civico “Impegno per Salvo”, la lista civica “L'arco” e i partiti di Forza Italia, Alleanza Nazionale, Udc e Nuovo Psi, hanno firmato un documento congiunto con il quale dichiarano «la propria preoccupazione e mobilitazione contro gli atti vandalici e criminosi che oramai hanno una cadenza quotidiana in città».
Le stesse forze politiche fanno sapere di aver scritto al Ministero degli Interni, alla Prefettura, alla Legione e alla Compagnia dei Carabinieri «per chiedere udienza ufficiale ed esternare la richiamata preoccupazione».
Parallelamente intendono sensibilizzare gli abitanti di San Salvo su questi temi e raccogliere le firme dei cittadini proprio come primo atto concreto di denuncia contro i crescenti fenomeni di delinquenza urbana.
Non potevano mancare le critiche nei confronti dell'attuale amministrazione accusata di condurre una «politica inadeguata e insufficiente», colpevole tra l'altro di non essere stata in grado di attivare il «coordinamento per la sicurezza cittadina, che pure era nel programma elettorale del Sindaco» e che «non ha previsto un solo euro del proprio bilancio per la sicurezza pubblica».
In chiusura i gruppi di opposizione hanno incaricato i propri Consiglieri Comunali «a presentare interpellanze, mozioni ed a promuovere iniziative politiche tese a coinvolgere e sensibilizzare la cittadinanza sul tema della sicurezza e dell'ordine pubblico».
Francesco Bottone 30/05/2006 10.19