Rilancio termale: «ma quali novità, i progetti già finanziati dalla Giunta Pace»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1766

PESCARA. L’assessore Valentina Bianchi ha annunciato l’intenzione di puntare sullo sviluppo del settore termale. Ma l’ex assessore Alfredo Castiglione puntualizza: «Si riciclano vecchi progetti già approvati e finanziati». Costo 968.000 euro. LE TERME IN ABRUZZO 

PESCARA. L'assessore Valentina Bianchi ha annunciato l'intenzione di puntare sullo sviluppo del settore termale. Ma l'ex assessore Alfredo Castiglione puntualizza: «Si riciclano vecchi progetti già approvati e finanziati». Costo 968.000 euro.




LE TERME IN ABRUZZO
 




A sentire il Consigliere di An Alfredo Castiglione Valentina Bianchi «dovrebbe impegnarsi più di quanto non abbia fatto sino ad oggi, letteralmente con l'anima e il corpo, per inventarsi progetti nuovi nel settore del Termalismo, piuttosto che cercare di presentare come suoi e della Giunta Del Turco progetti che nascono dalla ricca programmazione in materia della giunta precedente».
Niente di nuovo, sembrerebbe quindi, per rilanciare il settore del welness abruzzese.
«Il progetto ribattezzato “Anima e Corpo”», sottolinea l'esponente di An, «altro non è che una delle attività inserite nel programma pluriennale integrato Promoterme in Abruzzo approvato dal precedente Governo regionale di centrodestra nel 2004 con uno stanziamento complessivo di 968.000,00 €» .
Una bella cifra per un programma che prevedeva, tra le altre cose, proprio «un progetto di comunicazione e di promozione, di workshop ed educational riservati a giornalisti e addetti ai lavori, oggi chiamato “Anima e Corpo” che, per essere efficace, andava realizzato ogni anno come previsto dal nostro programma».
Ma le sorprese non sembrano finite e se due giorni fa l'assessore Bianchi prometteva «novità per il rilancio» Castiglione oggi dà qualche anticipazione.
«Non ci sorprenderebbe, nelle prossime settimane, apprendere dall'assessore l'annuncio di altri programmi innovativi per il Termalismo».
Tra questi figurerebbero il Marchio di Qualità Termale, il programma di cooperazione con altre realtà europee, l'attività di promozione pubblicitaria e televisiva su tv satellitari internazionali e regionali oltre che sulla carta stampata nazionale e locale o anche il progetto pilota di creazione di un distretto d'eccellenza del benessere.
Proprio su quest'ultimo progetto, annuncia Castiglione «An ha presentato lo scorso mese un apposito disegno di legge per creare tale distretto attraverso la valorizzazione del territorio e delle produzioni tipiche locali e sostenere la crescita delle Pmi e delle aziende termali».
Non manca certo la soddisfazione «nel vedere l'assessore Bianchi dare continuità alle nostre iniziative, confermandone la bontà, ma sarebbe politicamente più onesto riconoscere al Governo Pace la paternità di tali progetti e soprattutto il grande impegno sul Termanilismo».
11/05/2006 9.09