Ds: «L’Udeur in giunta? Perché no»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1029

Si continua a mercanteggiare nella giunta D'Alfonso dopo le dichiarazioni del gruppo consiliare dell'Udeur al Comune di Pescara di tirarsi fuori dalla maggioranza che sostiene il sindaco.
Secondo quanto dichiarato l'appoggio del partito sarà valutato di volta in volta e caso per caso.
Il motivo sempre lo stesso: una poltrona in giunta.
Mentre si tentano le strade diplomatiche per evitare che la ampia maggioranza di centrosinistra inizia perdere i pezzi i Ds intervengono per mitigare i toni e trovare una composizione al problema e magari avallare la richiesta.
«In sé la proposta non ha nulla di scandaloso», spiega Donato Monticelli dei Ds, «ma quello che vorremmo ricordare è la "storia" della vittoria del centrosinistra a Pescara che non vide protagonista, all'epoca, l'Udeur e i suoi consiglieri comunali. Il programma elettorale del centrosinistra fu scritto allora, e la squadra che oggi affianca il Sindaco è quella che fu scelta responsabilmente dopo la dura battaglia elettorale.Oggi il Sindaco, la sua squadra, le forze politiche in Consiglio Comunale, con il concorso convinto dei D.S., stanno lavorando per attuare quel programma e crediamo che lo stiano facendo bene. Non è nostro costume», aggiunge Monticelli, «rimettere in discussione gli equilibri di governo ogni qualvolta, in ambito politico, qualcosa " si muove" (altrimenti avremmo dovuto già farlo più volte, durante l'attuale Consigliatura). Prendendo atto che la maggioranza al Comune di Pescara, anche grazie al contributo dell'Udeur si è rafforzata, ascoltiamo sempre con attenzione le proposte avanzate dallo stesso, ed anzi siamo convinti che ogni tanto sia utile ed opportuno fermarsi a ragionare sulle scelte programmatiche, ma siamo certi che oltre a noi, che pure su alcuni punti sollevati avanzeremo proposte nei prossimi giorni, anche il Sindaco e la Giunta sono aperte ad ogni contributo».
A questo punto la palla passa agli altri partiti della coalizione e naturalmente al sindaco che dovrà decidere o meno di dare questo benedetto assessore all'Udeur.

04/05/2006 9.28