La guerra dei manifesti: Lanciano nel caos per le elezioni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

989

Gian Luca Bellisario, candidato al consiglio comunale di Lanciano per Italia Dei Valori denuncia una situazione “anomala” per l'affissione dei manifesti elettorali alla vigilia delle prossime consultazioni elettorali.
«Già nella campagna elettorale provinciale del 2004», ricorda Bellisario, «la polizia municipale e la questura di Lanciano furono costrette a numerose "incursioni" nelle sedi elettorali dei candidati che vennero convocati presso l' Ufficio Territoriale del governo di Lanciano e dalla polizia elettorale per un "vivo" richiamo al rispetto delle regole stabilite dalla legge».
Nonostante quei richiami, oggi qualcuno ha la memoria corta, non ricorda o non vuole ricordare. « Noi di IDV registriamo che Nicola Fosco, candidato ad essere il primo cittadino di Lanciano, si trova a violare la legge affiggendo manifesti elettorali di tutte le dimensioni, compreso il gigantesco 6 x 3, negli spazi pubblici di via Ferro di cavallo e in altri spazi del comune non riservati ai candidati per il consiglio comunale».
In realtà tutti dovrebbero utilizzare solo gli spazi metallici adibiti allo scopo, e solo dopo il sorteggio degli stessi da parte dell'ufficio elettorale.
«Se il buongiorno si vede dal mattino», continua Bellisario, «il candidato sindaco ci fa vedere un futuro "fosco" e "nebbioso" rispetto all'osservanza delle leggi che egli stesso dovrebbe, come candidato, dare l'esempio di rispettare».
Qualcuno nei giorni scorsi avrebbe rimosso i manifesti abusivi e oggi l'Italia dei Valori si augura «che ogni candidato si attenga ad un atteggiamento di maggiore lealtà. Se Fosco ha bisogno di tanta visibilità», continua Bellisario, «probabilmente è un pò preoccupato e siamo certi che ha ragione di esserlo. IDV vigilerà attentamente su questa ed altre scorrettezze e pubblicamente invita le forze dell'ordine ed il sindaco uscente, ad oscurare i manifesti di qualsiasi candidato che violi la legge (sia di destra che di sinistra)».

02/05/2006 9.58