Chieti. Ancora una seduta mancata per il consiglio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

892

Ancora una seduta mancata per il consiglio comunale.
Ancora una volta è stato il numero legale a mancare.
La minoranza ha dunque gioco facile per attaccare la giunta di Francesco Ricci, il primo cittadino che da quando è a palazzo di città sembra non aver trovato un vero feeling con i suoi compagni di maggioranza.
«Non è bastato oltre un mese (l'ultimo Consiglio andata deserto c'è stato il 16/2/06), per ripianare i litigi e le divisioni all'interno della maggioranza di centro sinistra», si legge oggi in una nota congiunta dei partiti di centrodestra, «Così , neppure oggi, Ricci e la sua maggioranza sono stati capaci di garantire i numeri necessari per tenere il consiglio. Non sono state sufficienti le imminenti elezioni per quietare gli appetiti della maggioranza e per coprire i litigi, le divisioni , i distinguo che da quasi un anno vedono l'Amministrazione guidata da Ricci ferma alla dichiarazioni d'intenti .
Conseguentemente, la città assiste alla propaganda, alle promesse, alle chiacchiere del centro sinistra che non riesce più a fare un consiglio comunale ma è pronto, come dichiarato dall'assessore al bilancio ed approvato dalla Giunta, ad aumentare tasse ed imposte comunali».
Potrebbero essere dietro l'angolo per il centrodestra, infatti, rincari sulle rette per gli asili nido, gli scuolabus, le mense scolastiche ma anche per le bollette dell'acqua, rifiuti, Ici.
Di sicuro una occasione mancata quella di oggi per governare la città.

20/03/2006 14.08