A Fara Filiorum prove tecniche di "golpe"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4688

FARA FILIORUM PETRI. La maggioranza contro il sindaco in Consiglio: «si dimettano se hanno dignità politica».



E' vera e propria guerra in Comune tra il sindaco e parte della maggioranza che, come racconta il primo cittadino, «ha fatto il salto della quaglia».
Il sindaco Domenico Bucciarelli in questi giorni è infuriato e se la prende con il consigliere Parente: «noto per la sua grande flessibilità politica, avendo cambiato in quasi ogni tornata bandiera politica, ieri ha votato contro il bilancio, redatto secondo un programma approvato da tutti e dopo che lo stesso è stato depositato per piu' di un mese presso l'ufficio ragioneria senza che nulla venisse eccepito».
Il primo cittadino ha chiesto le sue dimissioni «per rispetto di chi ci ha votato e fatto votare, ma lui ha rifiutato».
Ma il primo cittadino è ormai accerchiato. E' passato, infatti, a maggioranza e votato anche da alcuni suoi consiglieri di fiducia un emendamento che toglie la possibilità al sindaco di essere computato nel quorum necessario per la regolarità delle sedute.
«L'emendamento è stato presentato fuori tempo massimo», tuona Bucciarelli, «e in aperto contrasto con il testo unico degli enti locali».
Il primo cittadino adesso parla di «un vero e proprio golpe consumato alle spalle di questa amministrazione e con la complicità di persone da me voluti in lista e che adesso, grazie alla complicità di bambini che vogliono giocare a fare i grandi e grandi che rimarranno sempre bambini, rinnegano il risultato uscito dal voto, tradendo l'elettorato e senza almeno l'onestà intellettuale di rassegnare le proprie dimissioni».

21/05/2010 11.54