Manuale per gli acquisti verdi, Di Mattia (Idv) si complimenta con Testa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3100

PESCARA. Ammorbidito lo scontro tra il consigliere provinciale dell'Idv, Attilio Di Mattia e il presidente Guerino Testa.


Se alla vigilia di Natale se le erano date di santa ragione accusandosi di spese pazze (quelle dei gemelli d'oro per Testa, e i voli per l'Austria per Di Mattia) adesso sembra pace fatta.
O meglio, il consigliere dell'Italia dei Valori porge l'altra guancia e loda la delibera della giunta Testa del 4 maggio scorso relativa all'approvazione del Manuale per gli acquisti verdi della Provincia di Pescara, che è ispirata dall'Agenda 21 del programma delle Nazioni Unite dedicato allo sviluppo sostenibile e che si rifà a decisioni già prese dalla precedente giunta di centrosinistra.
«È importante sottolineare anche questo spirito di continuità», commenta Di Mattia, «per cui il cambio di maggioranza non comporta sempre e necessariamente una cancellazione di decisioni già prese. Un atteggiamento politico normale e diffuso nelle tradizioni politiche dell'amministrazione dei paesi europei, ma che da noi viene spesso disatteso per spirito partigiano o per assecondare esigente di clientele particolari che spesso urtano con i bisogni generali di tutti».
Ora però che l'amministrazione si è impegnata a introdurre criteri di preferibilità ambientale nelle procedure di acquisto di beni e di servizi il consigliere Di Mattia chiede di pasare «a investimenti pratici di risorse».
«Il momento è quello giusto e decisivo», spiega l'esponente dell'Idv: «ci sarà un avanzo operativamente disponibile di due milioni di euro a disposizione della Provincia. Sarà l'amministrazione coerente con future scelte ambientali sostenibili? Il mio compito dall'opposizione è di vigilare affinché questo denaro pubblico venga investito saggiamente, almeno in parte, per ampliare, migliorare e preservare tutto lo spazio verde della provincia di Pescara e anche per politiche ambientali relative a servizi pubblici che abbiano impatti ambientali minimi se non nulli».
Di Mattia assicura a Testa che avrà il «coraggio» di lodare decisioni giuste «come questa appena presa, ma tutta la forza per oppormi e denunciare decisioni sbagliate, come accaduto in passato più volte. Perché questo è il compito di un opposizione matura, saggia e pronta a diventare il prima possibile maggioranza di governo alternativa».

11/05/2010 9.25