Morti bianche. Bandiera su albero a Corropoli,«il sindaco tenta di abbatterlo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2890

CORROPOLI. Una bandiera rossa che sventola su un albero: un simbolo per ricordare nel giorno dedicato alla festa dei lavoratori quanti hanno perso la vita sul posto di lavoro. Ma Rifondazione Comunista denuncia: «il sindaco ha provato ad abbattere l'albero».


Un vessillo senza simboli politici posizionata secondo tradizione da quanti (organizzazioni, partiti, associazioni) non dimenticano il sangue versato dai lavoratori lungo il cammino secolare del riconoscimento dei loro diritti.
Un gesto che però non sarebbe piaciuto troppo al primo cittadino che, raccontano dall'estrema sinistra, avrebbe agito di notte per abbattere addirittura la pianta.
Rifondazione parla di un gesto «provocatorio e offensivo»: «il primo cittadino Umberto D'Annuntiis con una protervia mai dimostrata da nessun altro amministratore di centrodestra, ha abbattuto, agendo in piena notte e dunque confidando vigliaccamente nel favore delle tenebre, l'albero sul quale sventolava la bandiera rossa».
«E' un gesto gratuito, insulso, maldestro», continuano da Rifondazione. «Tanto gratuito, insulso e maldestro da costituire un nuovo, meschino passo avanti di quel continuo attacco ai diritti dei lavoratori portato a tutti i livelli dai galoppini del centrodestra. Un gesto che non può che scatenare l'opposizione indignata di tutti coloro che nella festività del Primo Maggio riconoscono l'occasione per restituire dignità e centralità al fondamento principale della nostra costituzione repubblicana».
Per Rifondazione il tentato abbattimento dell'albero deve essere perseguito dalla Guardia Forestale di competenza «in quanto lo stesso non è né di proprietà del sindaco, né dei suoi uomini».
«Ci meravigliamo», chiudono dal partito, «che il primo cittadino di Corropoli invece di pensare alla grave crisi occupazionale del proprio territorio, impieghi il suo tempo nel compiere gesti inqualificabili e al limite del teppismo».

04/05/2010 9.49