Udeur e Lega contro Forte: «un presidente non super partes»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3776

VASTO. Udeur e Lega Nord contro il presidente del consiglio Peppino Forte, segretario del Pd.



«Il suo comportamento è stato inaccettabile», attacca il commissario Udeur, Riccardo Alinovi, «in quanto nello svolgere la propria funzione di presidente del consiglio, invece di mantenere fede e dare onore all'incarico che ricopre, ha apertamente limitato la libertà di parola».
«Quello che è accaduto all'interno del Consiglio Comunale di Vasto è di una gravità inaudita», gli fa eco Stefano Moretti della Lega. «Un presidente del Consiglio Comunale non dovrebbero prendere le difese di nessuno ma dovrebbe mantenere un ruolo super partes».
Secondo il racconto di Alinovi, invece, Forte avrebbe «più volte interrotto l'intervento del suo
vicepresidente, perché faceva emergere dei comportamenti del capogruppo del Pd, Mario Olivieri, in merito alla  posizione da adottare su importanti decisioni che potevano cambiare la costa
vastese a favore di una forte speculazione edilizia. Il presidente  del  consiglio ammoniva e sosteneva che il Segretario dell'Udeur stesse offendendo Olivieri».
L'Udeur si è così rivolto al prefetto di Chieti ed al Presidente della Repubblica per denunciare quanto accaduto.
«Personalmente ricordo un Peppino Forte impegnato a favore dei più deboli e della cittadinanza con battaglie epiche per la nostra città», aggiunge Moretti.
«Oggi, invece, noto un uomo che cerca di precludere la parola a chi si sta battendo per il vero rinnovamento di Vasto. Mi chiedo come mai Peppino Forte non ci ha dato una mano nella battaglia
contro la chiusura dello stabilimento della SMI? Perchè non prende posizione sugli affitti pagati dalla pulchra? Perché non parla sui Palazzi Scolastici? Come mai questo silenzio assenso su tutto?»
La Lega, inoltre, sottolinea che sta ancora attendendo le risposte dal sindaco in merito alla richiesta sugli affitti pagati dalla Pulchra: «è nostra intenzione portare a conoscenza della città i numeri e le cifre di questa e di tante altre operazioni. Vogliamo pubblicamente ricordare che scaduti i termini di Legge ci rivolgeremo alla locale Procura della Repubblica»
La Lega Nord ha anche chiesto a Riccardo Alinovi di presentare richiesta per le dimissioni di Peppino Forte «in quanto ricopre due cariche incompatibili tra loro e che non riesce a gestire in quanto da segretario del PD non si rende conto di ricoprire anche l'incarico di Presidente del Consiglio e difende membri del suo Partito impedendo di parlare a chi sta realmente
rappresentando i vastesi».

07/04/10 09.42.38