Terremoto. Fondi Por Fesr, Saia: «riaprire il bando»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4426

ABRUZZO. Il 15 marzo 2010 è scaduto il termine per la presentazione della domanda per accedere alle agevolazioni previste dal Por Fesr Abruzzo 2007 per il rilancio economico delle attività produttive per i Comuni del cratere.

Il consigliere regionale del Pdci, Antonello Saia, ha presentato una interrogazione consiliare al presidente della Regione e commissario per la ricostruzione, Gianni Chiodi, per chiedere se non sia opportuno riaprire i termini per la presentazione delle domande «o quanto meno non escludere le domande delle ditte la cui documentazione dovessero risultare incomplete, consentendo l'integrazione documentale nei tempi compatibili con le scadenze previste per le dichiarazioni fiscali».
Infatti, fa notare Saia, alla domanda del Por Fesr deve essere allegato il modello Unico 2009 redditi 2008, la cui presentazione è prevista al 30 giugno 2010.
«I contribuenti», sostiene il consigliere d'opposizione, «si trovano in difficoltà perché i rispettivi consulenti non hanno adempiuto, ne avrebbero dovuto adempiere, alla compilazione».
Inoltre Saia rileva che il reddito preso a base per l'indennizzo è quello relativo al 2007, «che potrebbe essere di gran lunga diverso da quello del 2008 richiesto dal Por Fesr, per cui il contribuente vedrebbe indennizzata la sospensione dell'attività sul reddito 2008 dedotto quanto già indennizzato (120/365) per il reddito 2007, che addirittura potrebbe essere più alto dell'altro»;
Infine, data la brevità del tempo a disposizione, dovuta anche a spiegazioni e chiarimenti tardivi (ultimi 8 marzo 2010), Saia sostiene che «c'è stata un'enorme difficoltà a procurarsi preventivi e documentazione da allegare».

25/03/2010 9.05