Antenne San Silvestro, Sclocco(Pd):«quante promesse disattese e quante bugie»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5051

PESCARA. «Dopo un anno di incontri, promesse e dichiarazioni rassicuranti gli impianti delle emittenti radiotelevisive sono sempre lì, inamovibili».


La contestazione arriva dalla consigliera regionale del Pd, Marinella Sclocco che affronta la questione di San Silvestro Colle a Pescara, dove oltre 70 emittenti radiotelevisive hanno le loro antenne.
La popolosa comunità della zona denuncia, da decenni, i gravi disagi causati dalla presenza dei ripetitori delle emittenti e dai mancati controlli sul livello delle emissioni di onde elettromagnetiche. Eppure la consigliera ricorda l'esistenza di alcune ordinanze (la numero 1 del giugno 2008 e numero 2 del luglio 2008) che prevedevano l'immediata delocalizzazione.
E in ballo la consigliera tira anche una risoluzione firmata dall'intero consiglio regionale del 13 luglio 2009 che impegnava la Giunta Regionale, tra le tante cose, ad adottare il Piano di Risanamento regionale per l'attuazione delle norme che regolano i tetti di radiofrequenza, a sollecitare il Ministero ad anticipare il passaggio al digitale terrestre e ad assicurare il trasferimento immediato degli impianti di radiodiffusione di S. Silvestro.
«A queste dichiarazioni dell'estate 2009 non ha fatto seguito alcuna azione da parte della Regione Abruzzo - incalza Sclocco – Non sono riuscita ad ottenere nemmeno copia delle autorizzazioni regionali necessarie alle emittenti per svolgere la loro attività, nonostante le mie insistenti richieste. Ad ottobre 2009 ho inviato una lettera al Presidente della Giunta Regionale, al Presidente del Consiglio Regionale e ai componenti della V commissione regionale “Affari sociali e tutela della salute” per conoscere quale fosse la reale volontà, le imminenti azioni e i tempi certi entro i quali si sarebbe agito concretamente per dare una risposta ai cittadini così come ho formulato, inoltre, più volte, la richiesta di riunire la V commissione su questo argomento per confrontarmi con esponenti della giunta ed avere, finalmente, risposte chiare».
Ancora nessuna risposta, neanche negativa.
Un silenzio «incomprensibile», sostiene la consigliera, «unito a una superficialità sconcertante. Ora è giunto il momento delle risposte, delle responsabilità. delle risposte. La salute dei cittadini di colle Silvestro non può più aspettare» conclude la Sclocco.

19/03/2010 9.27