La Regione si impegna per il ponte sul Sangro e le Torri di Lanciano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1004

LANCIANO – La regione Abruzzo al lavoro… per l'area Frentana.
Sono due, infatti, le risoluzioni approvate ieri mattina dal consiglio regionale che riguardano il territorio frentano.
La prima è quella relativa alla frana che ha interessato nei giorni scorsi via Spaventa, nell'area delle Torri Montanare.
Nella seduta del Consiglio regionale, infatti, è stata approvata, all'unanimità, la risoluzione urgente avente ad oggetto: «Situazione movimento franoso a Lanciano – Interventi urgenti necessari in prossimità delle Torri Montanare»" di cui sono firmatari i consiglieri regionali Maria Rosaria La Morgia (L'Unione), Angelo Orlando (Rifondazione Comunista) e Walter Caporale (Verdi).
La risoluzione, in particolare, riguarda un tempestivo intervento degli uffici tecnici competenti al fine di provvedere ad un'ispezione che individui celermente misure idonee atte a fermare il movimento franoso e ad evitare danni ancora maggiori sia alla strada che alle Torri Montanare. Domenica scorsa, infatti, i residenti della zona avevano segnalato una situazione di dissesto idrogeologico che interessava l'area delle Torri Montanare, parte della cinta muraria, della strada soprastante e la zona all'angolo della fortezza medievale, con la rottura della condotta idrica a servizio del centro storico cittadino.
Alla segnalazione era seguita una lettera inviata dal Comune di Lanciano alla direzione opere pubbliche e protezione civile della Regione Abruzzo in cui si chiedeva ufficialmente un intervento urgente. Il sindaco Fiippo Paolini e l'assessore ai Lavori pubblici Nicola Pasquini, in particolare, chiedevano un contributo di 54mila euro per lavori definiti «di somma urgenza». Alla richiesta avanzata dal Comune è dunque seguita la seduta odierna del consiglio regionale, che ha approvato la risoluzione.
L'assemblea del consiglio regionale di questa mattina ha approvato anche un'altra risoluzione urgente, avente ad oggetto l'ormai “vecchia” questione del crollo del ponte sul fiume Sangro. I consiglieri regionali Maria Rosaria La Morgia (L'Unione) e Angelo Orlando (Rifondazione Comunista) si sono fatti firmatari della risoluzione avente ad oggetto “Interventi urgenti per fronteggiare l'emergenza sul fiume Sangro". Nella risoluzione si precisa la necessità di reperire i necessari fondi da destinare, in aggiunta a quelli stanziati dalla Provincia di Chieti, e di concerto con quest'ultima, a periodici lavori di ripulitura dell'alveo del fiume Sangro, nel tratto interessato a monte dell'ex viadotto ferroviario.
Ora, come sempre, si dovrà passare dalle parole ai fatti. Dai tavoli istituzionali ai cantieri.
Daniela Di Cecco 09/03/2006 16.33



RISOLUZIONE PONTE


RISULUZIONI TORRI