D'Angelo bacchetta Mascia: «dopo 6 mesi ecco il primo buco di bilancio»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5244

PESCARA. «Sono bastati appena sei mesi alla Giunta di Centro Destra guidata dall’assente Sindaco Mascia per creare il primo vero buco nei conti del Comune di Pescara». * IDV, «PAROLA AI CITTADINI SUL LAVORO DI MASCIA»
E' la denuncia del grippo consiliare del Pd. Come spiega l'ex primo cittadino, Camillo D'Angelo, già in sede di discussione in Consiglio Comunale della delibera sull'assestamento di Bilancio 2009 «avevo denunciato il mancato adeguamento delle entrate relative al capitolo delle multe, in quanto già da allora si era a conoscenza dell'andamento decrescente degli introiti per effetto della scelta della Giunta di allentare i controlli su ogni settore della vita cittadina: dalla viabilità, all'occupazione del suolo pubblico, al settore degli alimenti , degli orari».
Secondo una prima stima del Pd «saranno di sicuro superiori a 1 milione e mezzo di euro le entrate in meno per il 2009 per effetto di questa precisa scelta politica».
Una scelta che lo stesso D'Angelo definisce «scellerata» e che sostiene che abbia «influito sulla vivibilità della città, sui livelli di sicurezza, nella lotta all'evasione del bollo auto e del premio di Assicurazione , nel controllo della qualità dei cibi e che influirà ,inoltre, in modo preciso e netto nel momento della redazione del Consuntivo 2009».
Per l'esponente dell'opposizione adesso la giunta si trova adesso di fronte a due strade: «confermare l'ammontare delle entrate aumentando fittiziamente la prevedibilità degli incassi delle multe stimate dalla precedente amministrazione sempre nell'ordine del 70%, oppure fare finta di nulla e aumentare in modo cosciente l'ammontare dei residui passivi che dovranno essere ripianati dalle future amministrazioni».
«Il fatto grave», continua D'Angelo, «è che sembra che in sede di assestamento di bilancio non tutte le entrate siano state indicate nel loro corretto ammontare. Questo comportamento,, se veritiero emergerà in tutta la sua gravità già in sede di stesura del bilancio di previsione 2010 e sarà portato a conoscenza dell'opinione pubblica».

15/01/2010 15.30

[pagebreak]

IDV, «PAROLA AI CITTADINI SUL LAVORO DI MASCIA»

PESCARA. Il coordinamento comunale di Pescara e il gruppo in consiglio comunale dell'Italia dei valori hanno organizzato per domani una giornata di incontro del partito di Di Pietro con i cittadini.
Dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20 sarà allestito un gazebo in piazza della Rinascita attraverso il quale l'Idv intende istituire un contatto con gli elettori e chiedere pareri e consigli ai cittadini sul governo della città.
«Il giudizio dell'Italia dei valori sui primi mesi di operato della giunta Mascia è assolutamente negativo», fanno notare Carlo Sciarra, portavoce del coordinamento comunale, e Adelchi Sulpizio, capogruppo in consiglio.
«La situazione è gravissima - commentano - per via delle continue liti interne a cui diciamo basta. E' necessario che si cominci a lavorare sulle opere, visto che la città è in stato di abbandono ed e' sufficiente allontanarsi dal centro per rendersene conto».
Domani sarà distribuito un volantino col quale l'Idv fa notare che «mentre Mascia, Masci e Teodoro litigano per le poltrone la città è alla deriva», alle prese con «insicurezza, sporcizia, caos e smog in aumento. Le opere pubbliche, poi, sono ferme e la trasparenza e la correttezza sono rimaste un miraggio».
Ai cittadini che si fermeranno al gazebo si chiede di «dire la propria» esprimendo «idee e proposte» alle quali sarà assicurato l'anonimato.

15/01/2010 15.30