D’Agostino: «Siamo in affanno». Ancora poche le risorse per i disabili

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

794

TERAMO. La Provincia ha stanziato 73 mila euro per il servizio di trasporto e assistenza disabili. Saranno ripartiti fra i Comuni che assicurano il servizio negli istituti di istruzione superiore (per i quali è competente la Provincia).
Nel capoluogo, invece, la spesa del servizio - circa 200 mila euro - è coperta totalmente dalla Provincia.
«Comuni e Provincia sono davvero in affanno», dichiara il presidente D'Agostino, «perché la Regione, pur avendoci delegato il servizio, non ci ha trasferito, negli anni passati, uno stanziamento adeguato alle esigenze reali. Va cambiata la norma regionale e le Province abruzzesi hanno già sottoposto la questione al presidente Del Turco».
Il nocciolo della questione è tutta nelle cifre: il servizio trasporto e assistenza, solo in provincia di Teramo, comporta una spesa di 714 mila euro; per il 2005 la Regione ha stanziato 500 mila euro da ripartire fra i quattro ambiti provinciali. Stanziamento che nel 2006 è salito a 600 mila euro.
«Queste sono somme assolutamente insufficienti – conclude D'Agostino – è necessario arrivare al più presto ad una modifica della legge regionale perché siamo di fronte ad un servizio essenziale senza il quale, fasce già deboli e provate da oggettive condizioni di svantaggio, sarebbero ulteriormente penalizzate».

01/03/2006 12.12