Idv critica la finanziaria di Chiodi:«bilancio fotocopia con due sole novità»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5632

ABRUZZO. Un paio di giorni fa il progetto di finanziaria regionale, il bilancio delle spese che la regione crede di aver previsto, è stato approvato dalla giunta Chiodi. «COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE INVARIATA»
Puntuali sono giunte le critiche dell'opposizione.
Ha aperto le danze il vice capogruppo di Idv in Consiglio regionale,Cesare D'Alessandro, che ha commentato: «mi limitiamo a una sola osservazione che la dice lunga sul nuovo modo di governare di Chiodi e della sua squadra. Appena un anno fa, in campagna elettorale, il centrodestra tuonava contro Del Turco, il suo segretario Quarta e il fotografo di corte costato 60.000 euro ai contribuenti. Oggi Chiodi al suo segretario, che si chiama Mazzarelli, ha affidato a pie' di lista la somma di 50.000 euro per le spesucce, senza alcun controllo. Così insieme alle spese per il fotografo ci potrà far uscire anche quelle per l'estetista e il barbiere personale».
Il capogruppo Carlo Costantini sempre dell'Idv dice che con il progetto di finanziaria «Chiodi ha violato lo statuto della Regione, non redigendo il dpef regionale e si e' limitato, nella sostanza, a fotocopiare la finanziaria degli anni precedenti, consegnandola al Consiglio Regionale per la ratifica».
«Evidentemente per Chiodi», h aggiunto Costantini, «non spendere neppure un euro e non dedicare neppure una parola nella Finanziaria alla crisi economica o al terremoto e' funzionale ad una strategia. Le uniche due innovazioni introdotte da Chiodi nella sua Finanziaria interessano l'istituzione di due nuovi capitoli di spesa. Il primo prevede uno stanziamento di ben 260.000,00 euro a disposizione di Chiodi per collaborazioni professionali giornalistiche ed attivita' connesse.
Il secondo prevede, invece, uno stanziamento di 50.000,00 euro per le spese funzionali del suo Segretario generale, che potra' disporne in modo completamente autonomo, senza doverne rendere conto a nessuno».
Dalla direzione bilancio della Regione precisano che lo stanziamento di 260mila euro non è «nuovo» ma vi sarebbe stato solo un trasferimento di fondi da altri capitoli per «razionalizzare meglio le spese di comunicazione»
Per quanto riguarda invece i 50mila euro per la segreteria generale la Regione precisa che «tale somma, come è chiaramente indicato anche nella relazione alla legge di bilancio, non "è senza controllo", ma è gestita attraverso il delegato della spesa dell'Ufficio stesso che dovrà muoversi secondo le modalità regolamentari di contabilità regionale che sono comuni a tutte le Direzioni e Strutture. La somma di 50 mila euro, infine, è destinata esclusivamente al funzionamento per acquisto di beni e servizi».

10/12/2009 13.11

«COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE INVARIATA»

«La spesa per i servizi di comunicazione istituzionale è rimasta inalterata. Nessun incremento, dunque, nella Finanziaria ma solo maggiore trasparenza di bilancio. Eliminate, invece, tutte quelle spese ritenute inutili».
E' la risposta del Presidente della Regione, Gianni Chiodi.
«In realtà – ha spiegato il Presidente - non c'è l'aumento di un euro in favore di questa attività. Abbiamo solamente portato da due a tre i capitoli lasciando inalterato il budget, lo stesso a disposizione anche della precedente amministrazione regionale. Abbiamo solo reso più evidenti le tipologie di spesa disposte nell'ambito della comunicazione. Dirò di più. Abbiamo eliminato quelle pubblicazioni precedentemente editate e di dubbia validità – ha aggiunto Chiodi probabilmente riferendosi ai fotoromanzi di Capitan Abruzzo tanto cari a del Turco.
« Puntiamo, invece», ha concluso Chiodi, «a rendere più funzionale l'attività di comunicazione e informazione, senza aggravio di spesa, per fornire ai cittadini strumenti utili e dare risposte tempestive ed efficaci in un'ottica di trasparenza».


10/12/2009 18.55