Provincia dell’Aquila: si dimette l’assessore Luca Angelini

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7613

L’AQUILA. Si dimette l’assessore alle attività produttive della Provincia dell’Aquila, Luca Angelini. «Motivi prettamente politici» spiega rinnovando piena stima nei confronti della presidente Pezzopane. LUDOVICI: «STUPITO DA DICHIARAZIONI ANGELINI»

«Mi corre l'obbligo di comunicare le mie dimissioni irrevocabili e decorrenti dal primo dicembre scorso», dice Angelini, «questa mia decisione è dovuta a ragioni esclusivamente di carattere politico, conseguenziali anzitutto agli eventi che hanno riguardato a livello nazionale l'Udeur, partito di cui sono stato segretario provinciale dal 1998 al 2006.
Dopo l'esplosione del "caso Mastella" infatti, l'Udeur è di fatto "imploso", frantumandosi in più parti, perdendo consensi e rompendo il vincolo di alleanza "esclusiva" con il centrosinistra. Tanto è vero ciò che già alla tornata amministrativa della scorsa primavera, l'Udeur si è alleato con il centrodestra in Abruzzo e Mastella è stato eletto europarlamentare nelle file del PdL».
«Nella nostra provincia», argomento l'ex assessore, «la "storica" componente del partito legata al segretario regionale Mimmo Srour, ha scelto di riconoscersi su un progetto di aggregazione su base territoriale attorno all'associazione politica Federico II. Non è questa la sede per fare il bilancio del consuntivo del mio operato, cosa che lascio al giudizio dei cittadini, l'unico che conta in politica. Resta immutata la mia stima personale alla Presidente Stefania Pezzopane, seppure nell'ottica di differrenziate prospettive politiche.
Voglio infine rassicurare i tanti amici sulla mia permanenza in politica attiva, per un rafforzato impegno specie ora che c'è bisogno della massima profusione di energie per la rinascita dell'Aquila e del nostro comprensorio».

04/12/2009 12.00

LUDOVICI: «STUPITO DA DICHIARAZIONI ANGELINI»

«Rimango sorpreso leggendo dalle dimissioni dell'assessore Provinciale Luca Angelini a tre mesi dalle prossime elezioni Provinciali», commenta il commissario provinciale Udeur Generoso Ludovici, «ma rimango senza parole quando leggo le motivazioni di tale dimissioni».
«Non comprendo come Angelini possa dimenticare (o fa finta di non ricordare) che nel dicembre 2007 insieme all'ex assessore Regionale Srour, ritenendo l'Udeur un partito ormai in disfacimento, scelse altri lidi per fare politica ovvero transitò insieme ad altri, armi e bagagli nel Partito Democratico dove gli fu affidato l'incarico di “Responsabile degli Enti Locali della Provincia dell'Aquila” mentre Srour fu candidato nel maggio 2008 nelle liste elettorali del Pd. come consigliere Regionale.
«Probabilmente», continua Ludovici, «Angelini non ha avuto il coraggio di dimettersi dopo le elezioni regionali del 2008 quando ormai capiva che la sua avventura politica nel centro sinistra era ormai terminata prima di essere mai iniziata. Non capisco perche' tiri in ballo oggi il partito dell'Udeur, quando ormai lui ne era già fuori dal dicembre 2007. Probabilmente Angelini non riesce a trovare validi motivi per giustificare tale dimissioni».
05/12/2009 09.00