Mascia e Masci fanno pace: «alleanza solida»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5750

PESCARA. «L'alleanza è e resta unita». Passata la maretta tra il sindaco Albore Mascia e gli amici di Pescara Futura?


Pare proprio di sì. Quest'oggi un incontro chiarificatore e all'uscita il primo cittadino e Carlo Masci, consigliere comunale e assessore regionale e leader di Pescara Futura, si sono mostrati soddisfatti.
Solo qualche giorno fa si parlava di crisi interne e di assessori pronti al trasloco. Adesso l'emergenza sembra rientrata.
Hanno parlato di «riunione serena» organizzata «per ribadire la centralità della coalizione nell'azione di governo del territorio».
Qualche miglioria bisognerà apportarla, hanno ammesso, per andare avanti con le priorità del governo.
Sarà necessaria «una migliore pianificazione organizzativa all'interno dei gruppi consiliari che costituiscono l'alleanza del centrodestra».
Presenti alla riunione anche il coordinatore provinciale del Pdl Lorenzo Sospiri, il senatore Andrea Pastore, i coordinatori regionali Filippo Piccone e Fabrizio Di Stefano, e i coordinatori cittadini Renato Ranieri e Armando Foschi.
«La riunione si è svolta in un clima sereno e disteso», hanno raccontato Mascia e Masci, «con l'obiettivo di portare avanti quei normali e naturali momenti di confronto all'interno di una coalizione costituita da una nuova generazione di uomini e donne abituati alla politica del ‘fare'».
I due hanno garantito anche che il vertice odierno si è rivelato «estremamente utile per ottimizzare la pianificazione dell'organizzazione politico-amministrativa all'interno dei gruppi consiliari».
Co sa si sono detti? «Abbiamo riconfermato quelli che sono gli obiettivi strategici della coalizione e giovedì torneremo a riunirci per un ultimo vertice», hanno glissato senza svelare le nuove manovre.

25/11/2009 9.04