Magneti Marelli. Pelino: «incontrerò Marchionne»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6545

SULMONA. Le notizie che arrivano sullo stato di salute del Lingotto lasciano spazio a mille interpretazioni. Se da un lato si parla di ripresa del settore auto dall’altro a Sulmona arriva la casa integrazione straordinaria.

Per l'onorevole del Pdl, Paola Pelino, «la Magneti Marelli da sempre caposaldo dell'economia sulmonese non deve sottostare alle logiche di un mercato che presenta sempre il conto ai lavoratori».
La deputata del centrodestra vuole vederci chiaro e per questo ha annunciato che a breve incontrerà Marchionne.
«Dobbiamo chiarire questa situazione», ha spiegato Pelino. «Per questo incontrerò l'amministratore delegato del gruppo Fiat Sergio Marchionne per sapere qual è il piano industriale del gruppo torinese rispetto al territorio peligno».
La deputata ha assicurato ai lavoratori il suo massimo impegno per la causa: «mi vedrete in prima fila per la difesa del vostro posto di lavoro», ha detto, «e farò quanto è mio potere per evitare che la cassa integrazione straordinaria, di cui purtroppo si temeva l'applicazione, si trasformi nella conseguenza più grave di un licenziamento».
Pelino si è già attivata per incontrare le associazioni di categoria per individuare in maniera condivisa una strategia che possa risolvere la vertenza che, oggi di fatto, penalizza ottocento famiglie e l'economia del territorio. L'obiettivo sarà quello di focalizzare l'attenzione sul potenziamento dell'impianto di Sulmona.

23/10/2009 8.49