Commissione Bilancio indetta in fretta e furia, le ire del Pdl

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3781

CHIETI. Convocazione telefonica e in tutta fretta ha disorientato i consiglieri del Pdl: «così non ci danno modo di leggere le carte». MICCOLI: «I DOCUMENTI NON SONO STATI OCCULTATI»

E' avvelenato il consigliere comunale del Pdl, Alessandro Bevilacqua, dopo la cerimonia di sabato scorso quando, per la prima volta la filovia è tornata a camminare.
«Chieti è alla paralisi amministrativa e sindaco e assessore cercano di farsi belli con l'inaugurazione della filovia», dice.
Ma non è questa la nota dolente della giornata. Bevilacqua si dice «indignato» e parla di «ennesima scandalosa, riprova di come il centrosinistra stia demolendo la città» perchè il presidente della commissione Bilancio, Andrea Miccoli, «fa finta di dimenticare anche le più semplici norme democratiche, ignorando artatamente che la Commissione da lui guidata, è indispensabile per un confronto diretto tra maggioranza e opposizione prima delle sedute consiliari».
Infatti la commissione di domani è stata convocata «in tutta fretta e via telefono», questo per «fare ostruzionismo e impedire di fatto la discussione del Bilancio Consuntivo che, secondo programma, andrà all'esame del Consiglio Comunale nella giornata di mercoledì 30».
Secondo Bevilacqua i componenti della commissione Bilancio (alla quale appartiene anche lui) hanno il diritto di essere informati «con il giusto preavviso ed avere, quindi, il tempo necessario per esaminare le rendicontazioni che sindaco, assessore al Bilancio e presidente Miccoli non possono in alcun modo celare come se fossero documenti privati».
Il Pdl annuncia battagli anche per riuscire a conoscere la reale situazione patrimoniale e finanziaria. Questa vergognosa abitudine del centrosinistra è la ulteriore riprova di come il Pd ha perso finanche la dignità di amministrare Chieti».

28/09/2009 16.35


MICCOLI: «I DOCUMENTI NON SONO STATI OCCULTATI»

«I documenti relativi al bilancio consuntivo non sono certo stati occultati», replica il presidente della Commissione Bilancio, Andrea Miccoli, «dato che nella giornata del 27 agosto 2009 è stata consegnata ad ogni Consigliere, presso il proprio domicilio, la relazione tecnica , oltre alla consueta disponibilità , presso la Segreteria Generale del Comune di Chieti , di tutti i documenti contabili approvati».
Miccoli sottolinea anche che dal 4 settembre «è stata messa a disposizione di tutti i Consiglieri la relazione del Collegio dei Revisori dei Conti al Rendiconto della Gestione Finanziaria 2008, con avviso recapitato in medesima data».
«Tutti i Consiglieri Comunali, pertanto, sia di maggioranza che di opposizione, avevano a disposizione la documentazione necessaria da più di un mese, avendo tutto il tempo di esaminarla accuratamente, se ne avessero davvero avuto l'intenzione».
Per quanto attiene poi la convocazione della Commissione in Bilancio, «la Conferenza dei Capigruppo», spiega ancora Miccoli, «ha determinato l'Ordine del Giorno del Consiglio solamente venerdì 25 settembre alle ore 14.00. Pertanto, ho provveduto immediatamente a convocare la Commissione Bilancio per martedì 29 settembre alle ore 12.00, preavvertendo in anticipo tutti i commissari telefonicamente sabato mattina , a cura della Segreteria del Sindaco e facendo pervenire la convocazione scritta appena possibile, cioè nella mattinata di lunedì 28 settembre 2009».

Miccoli ammette che «la convocazione scritta è arrivata con un certo ritardo, per motivi non dipendenti dalla mia volontà ma credo che il Consigliere Bevilacqua, attribuendo tale giusta importanza ai lavori della Commissione, avrebbe dovuto rinunciare ad uno dei suoi numerosi impegni per intervenire».


02/10/2009 8.55