Caserme Chieti, Pdl:«quali mire ha il sindaco Ricci?»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6370

CHIETI. Quali interessi si celano dietro la caserma Berardi? A domandarselo è il co-coordinatore del Pdl Emiliano Vitale che parla di «mire» sulle strutture militari della città «da parte di tutti i governi e amministrazioni di centrosinistra ed in primis quella diretta del sindaco Ricci».
Ad aprile 2008 ci fu la firma tra il ministro Arturo Parisi e Ricci per l'accorpamento di tutte le caserme (Ospedale Militare e Caserma Berardi) alla Caserma Spinucci con la conseguente dismissione delle altre. Il Comune disse che si sarebbe impegnato a ricollocare e riqualificare la valorizzazione urbanistica delle aree interessate.
Alla luce di questo accordo inoltre, il Comune di Chieti si impegnava a trovare una nuova collocazione alla Questura di Chieti, attualmente con sede proprio all'interno della caserma “Spinucci”.
Il programma attuato dal Ministero della Difesa portava come scadenza il 31 luglio 2008 mentre la riconsegna delle strutture dismesse allo Stato sarebbe dovuto avvenire entro il 31 dicembre 2008.
Tutto ciò chiaramente prima del terremoto dell'Aquila del 6 aprile 2009.
«Tale accordo, a mio avviso, per fortuna, è decaduto», dice oggi Vitale.
Qualche giorno fa una folta delegazione della IV Commissione parlamentare fra i quali vi erano il Presidente della IV Commissione difesa Edmondo Cirielli e il deputato abruzzese Augusto Di Stanislao (Idv), ha visitato le tre strutture militari di Chieti e sia dal "briefing" e dal sopralluogo effettuato dalla stessa Commissione è emerso che la struttura che ospita il Reggimento, «con soddisfazione» gode di vitalità dei Reparti in addestramento e la funzionalità offerta dalle infrastrutture.
«Forse», attacca Vitali, «il sindaco Ricci e l'onorevole Di Stanislao non sapevano che il 123° Reggimento “è in linea e sarà idonea per l'addestramento di circa 500/600 volontari, avendo attualmente un rapporto personale militare allievi di 1 a 7 al contrario altre strutture militari fuori regione, dove il rapporto dipendenti dell'Istituto di Formazione ed allievi è pari 2 a 1 pertanto non in linea con i costi/efficacia».
A questo punto il co-cordinatore del Pdl si domanda: « come mai questo accanimento contro la Berardi da parte del Sindaco Ricci? Perché Di Stanislao dell'IdV prima dichiara in una risoluzione che la struttura è fatiscente ed inefficiente e poi invece la commissione afferma l'esatto contrario? Forse mal informato dal sindaco Ricci e dagli organi locali del suo partito?»
«Perché», continua l'esponente del Pdl, «prima si parla di riqualificazione urbanistica della Berardi poi invece si chiedono le strutture per il Comune? E il Palazzo d'Achille, sarà un monumento ad imperituro ricordo del terremoto, così come parte del Tribunale? Un'eredità ai posteri?»

25/09/2009 10.51