Torna la bandiera blu a Giulianova, ma solo a metà

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7668

GIULIANOVA. Anche quest’anno è stato assegnato il riconoscimento della bandiera blu, che dovrebbe essere un marchio di qualità per le stazioni balneari, al Comune di Giulianova, limitatamente però al solo tratto della riviera di lungomare Zara.
La bandiera è stata consegnata agli stabilimenti balneari dall'assessore al turismo Archimede Forcellese e dal suo dirigente di settore, appositamente muniti di biciclette per l'occasione.
«Così potranno avere ben conto di come è difficile e pericoloso essere ciclisti nella nostra città», commenta la lista civica “Il cittadino governante per cambiare”.
Al centro della polemica c'è questo risultato della bandiera blu “a metà”, sintomo «dell'ennesimo magro risultato della precedente amministrazione comunale, che ha collezionato risultati negativi in tre dei suoi cinque anni di mandato».
La bandiera blu è stata, infatti, persa nel 2006, per poi tornare solo per metà nel 2007 e nel 2009, «per non parlare delle ben più importanti “vele” assegnate alle spiagge di qualità da Legambiente e dal Touring club nell'annuale Guida blu, ove la nostra città non figura affatto».
La lista civica interpreta questi segni come campanelli d'allarme su cui riflettere seriamente, «invece di trastullarsi con queste demagogiche trovate. I turisti – spiegano – cercano luoghi ameni, la bellezza paesaggistica, la qualità ambientale, acque pulite, la tranquillità, la verve culturale ed occasioni di socialità. Giulianova ha tutte queste potenzialità, che però rimangono un'eterna promessa».
Secondo la lista, «è invece urgente un consapevole impegno in ambito turistico ispirandosi alla moderna concezione del turismo sostenibile», puntando sulla qualità del mare e dell'ambiente, passando anche dalle piste ciclabili, dal verde pubblico e dalle pedonalizzazioni nel centro, organizzando anche eventi di qualità nazionale in grado di stimolare turismo culturale e sportivo.
«Siamo convinti che seguendo queste strade la nostra città incontrerà stabilmente “bandiere blu”, “vele” e soprattutto molti turisti».

s.t. 22/07/2009 11.19