«Comune di Avezzano arretrato in fatto di raccolta differenziata»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4548

AVEZZANO. «La raccolta differenziata quale unica soluzione per scongiurare nuovi aumenti della tariffa Tarsu e migliorare la qualità della vita nella nostra città».


Non fa sconti il Capogruppo Pd del Comune di Avezzano Giuseppe Di Pangrazio intervenuto, questa mattina, in una conferenza stampa sulla “questione rifiuti” che si è tenuta presso la sede del Pd locale.
Di Pangrazio si dice indignato per «l'arretratezza» del suo Comune in merito alla raccolta e smaltimento dei rifiuti ma soprattutto per l'ingiustificato aumento dell'imposta Tarsu.
«L'aumento della Tarsu - dice - è un'odissea che prosegue da anni e che si potrebbe scongiurare con una seria programmazione nelle politiche relative ai rifiuti. Sono sempre i cittadini - prosegue Di Pangrazio – a pagare i costi di una gestione sbagliata della cosa pubblica, ma che ciò avvenga oggi, con la crisi economica locale aggravata dal disfacimento provinciale causato dal sisma, è inaccettabile».
La tutela ambientale è uno dei «parametri» per valutare la qualità della vita di un contesto sociale, ma per «garantire che questo avvenga – dice il Capogruppo - è necessario prendere delle decisione che a volte risultano essere impopolari, l'ubicazione del sito per la differenziata potrebbe essere una di quelle».
Il Comune di Avezzano, socio di maggioranza della Aciam S.p.a, ben poco vrebbe fatto, ad oggi, per fare seriamente la raccolta differenziata.
«In passato – dice Di Pangrazio - è sempre mancata una seria programmazione che puntasse e studiasse, in maniera integrata, i diversi metodi di gestione e trattamento finale per ridurre l'utilizzo delle discariche e contenere le tariffe. Oggi abbiamo tutti gli strumenti per fare del nostro, un Comune virtuoso. Di casi ne abbiamo molti, così anche di risultati. Se il Comune non ha idee si limiti a copiare».
A margine della conferenza stampa, alla quale ha partecipato l'intero gruppo consiliare, Di Pangrazio ha annunciato che farà richiesta di un consiglio comunale straordinario sul tema per cercare di sviluppare progetti e soluzione immediate.

15/07/2009 12.52