Forconi (Fn):«No alle incompiute di De Dominicis: più trasparenza sul web»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1309

MONTESILVANO. Il settore edilizia scolastica della provincia di Pescara mercoledì ha assegnato alla ditta Paolo Di Giampaolo i lavori di realizzazione della nuova sede del liceo scientifico Corradino D'Ascanio di Montesilvano.
L'azienda di San Giovanni Teatino si è aggiudicato l'appalto per una cifra vicina ai cinque milioni di euro. Secondo il contratto ora la ditta Paolo Di Giampaolo ha a disposizione 720 giorni per portare a termine i lavori, coadiuvati dall'ingegnere Vittorio Morganti.
Negli anni passati, prima dell'assegnazione dei lavori all'azienda di San Giovanni Teatino, si era assistiti a due rescissioni contrattuali da parte della Provincia di Pescara.
La vicenda nel complesso, però, crea molti dubbi all'attuale candidato presidente alla Provincia di Pescara, Marco Forconi (Fn).
«Il liceo scientifico di Montesilvano e le elezioni provinciali di Pescara», dice Forconi, «sono due esempi simili a distanza di cinque anni. In entrambi i casi nessuno, tranne il sottoscritto, in questi giorni ha avuto il coraggio di sollevare con onestà e durezza la questione ultraventennale del liceo D'Ascanio di Montesilvano. Sono anni che mi batto affinché cada il muro del silenzio attorno a questa incredibile stasi immobiliare ma mai nessuno, né di destra né di sinistra, è voluto entrare nel merito di tale questione».
«Il presidente uscente De Dominicis» – conclude la sua riflessione Marco Forconi – «verrà ricordato come l'uomo delle incompiute. Basta ricordare il liceo scientifico in questione e la Stella Maris. Io chiedo trasparenza, seguire l'andamento dei lavori sul web, sul sito provinciale. Il sottoscritto, qualora la provincia verrà meno alle mie richieste, si impegna una volta a settimana ad andare nel luogo dove verrà eretto l'edificio. Pubblicherò tutti i risultati sul blog. Partecipazione attiva popolare, questo è il nostro obiettivo».

22/05/2009 10.22