Albi punta su «sviluppo fonti rinnovabili e "porta a porta"»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3002

ELEZIONI COMUNALI. TERAMO. Le proposte di Paolo Albi, candidato del centrosinistra, i in materia di ambiente, presentate ieri alle associazioni ambientaliste

Un Piano energetico cittadino che preveda misure concrete per il risparmio e l'efficienza energetica; installazione di pannelli solari e tetti fotovoltaici sugli edifici comunali a partire dalle scuole; estensione del “porta a porta” all'intero territorio del comune e promozione del compostaggio domestico; riqualificazione e nuove politiche di gestione dei due parchi fluviali cittadini con il coinvolgimento diretto delle associazioni ambientaliste.
Sono queste, in sintesi, le proposte che il candidato sindaco Paolo Albi ha esposto alle associazioni ambientaliste (WWF, CAI, LIPU, Legambiente-Scuola Verde, Italia Nostra e Pro Natura) nell'incontro che si è svolto ieri pomeriggio presso la sede elettorale di via Costantini.
«Il piano regolatore energetico», ha affermato Paolo Albi, «conterrà interventi concreti per il risparmio energetico e la promozione delle fonti rinnovabili sia negli edifici pubblici e privati che negli insediamenti produttivi e nei trasporti. Nel Piano saranno previste anche misure per lo sviluppo di aree ‘ecologicamente attrezzate', promuovendo impianti e servizi energetici comuni».
«Inoltre, sarà nostro impegno” – ha continuato Albi - avviare una nuova stagione di pianificazione che punti ad una riqualificazione degli spazi urbani della città, comprese le aree verdi e i due parchi fluviali del Vezzola e del Tordino».
Il candidato del Pd ha anche accolto la richiesta delle associazioni di «costruire un nuovo metodo, finora disatteso dalle istituzioni, basato sul coinvolgimento delle associazioni e sulla partecipazione diretta dei cittadini alle scelte politiche e amministrative, specie in materia d'ambiente».
Le associazioni hanno ribadito infine l'esigenza di una maggiore tutela delle colline teramane e della loro biodiversità e hanno manifestato la necessità di spazi adeguati che possano diventare punto di riferimento per le loro attività di sensibilizzazione e informazione alla cittadinanza.
All'incontro ha partecipato anche Carla Dragoni, candidata al Consiglio comunale di Teramo per la lista “Città di Virtù”.
19/05/2009 18.22