Gaspari tira la volata a Di Giuseppantonio, Forza Nuova presenta Zappacosta

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2082

ELEZIONI PROVINCIALI. CHIETI. «Per la sua storia politica e la qualità della sua amministrazione, Enrico è l’uomo giusto per far tornare grande la Provincia».
Lo ha detto l'onorevole Remo Gaspari intervenuto, a San Salvo, alla manifestazione dell'Udc per l'apertura della campagna elettorale, insieme al candidato del centrodestra alla presidenza della Provincia, Enrico Di Giuseppantonio.
Il “ministro” Gaspari, padre storico della politica abruzzese, è sceso in campo a sostegno del candidato presidente Di Giuseppantonio.
«La Provincia ha bisogno di recuperare il ruolo autorevole e di volano economico che aveva un tempo, quando otteneva finanziamenti ed era il motore dell'Abruzzo», ha detto Gaspari, «Enrico può farlo. Risanerà l'ente e riporterà questo territorio a livello nazionale, perché sa amministrare con oculatezza il denaro pubblico. Onestà e rettitudine hanno sempre contraddistinto la sua attività amministrativa».
Filo conduttore del confronto tra i due uomini politici è stata la “questione morale”, con un riferimento anche al libro “L'Abruzzo tradito. Gaspari accusa” di Marcello Marcelli. «E' un problema che ho sempre messo al centro della mia vita politica», ha detto Di Giuseppantonio, «mi impegnerò affinché sul Palazzo torni a sventolare la bandiera dell'onestà e della trasparenza. Significa politici fuori dagli appalti e che la gestione deve essere affidata a dirigenti capaci. La Provincia deve tornare al proprio ruolo: programmazione e coordinamento». In conclusione l'onorevole Remo Gaspari ha aggiunto: «Con Enrico la politica torna in mezzo alla gente: spingerà a votare quel 50% di cittadini che si sono disaffezionati».

FORZA NUOVA PRESENTA ZAPPACOSTA

Nei giorni scorsi si è tenuta anche la presentazione del candidato presidente della Provincia per la lista “Forza Nuova”. Si tratta del senatore Lucio Zappacosta.
«Una Provincia sicura»: è questo lo slogan centrale che il sen. Zappacosta ha enunciato come cavallo di battaglia della sua campagna elettorale, che Forza Nuova avrebbe voluto però che slittasse così come è stato deciso per le amministrative in tutta la provincia de L'Aquila.
«Vogliamo una Provincia sicura – ha affermato il candidato presidente – sul piano della gestione del territorio e del costruito, affinché i ragazzi possano studiare tranquillamente e i genitori possano mandarli a scuola senza preoccupazioni. Una Provincia che garantisca gli edifici pubblici a norma e certificati».
Per questo, Forza Nuova propone l'istituzione del fascicolo di fabbricato per tutti gli edifici pubblici, una sorta di “carta d'identità” della costruzione, che riporti tutte le indicazioni dei lavori fatti e della storia del fabbricato, e l'istituzione della figura del “geologo condotto”, che riferisca periodicamente ai Comuni e alla Provincia sullo stato idrogeologico del territorio.
«Forza Nuova – ha poi precisato Zappacosta – dice no a qualsiasi strategia delle alleanze, perché si pone come controllore degli eletti, ma su problemi reali e fondamentali siamo pronti a dare il nostro contributo, con il voto e la discussione, sempre che riusciamo ad entrare in Consiglio provinciale: siamo consapevoli che sarà difficile, ma noi siamo credenti e crediamo nei miracoli».
Criticando il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, che ha dichiarato che, nonostante la presenza di un suo candidato alle elezioni, è favorevole all'abolizione delle Province, il senatore Zappacosta ha invece detto chiaramente che «Forza Nuova è per un potenziamento dei compiti dell'ente Provincia: le Regioni sono state pensate come camere legislative, quindi non dovrebbero avere competenze di gestione su ampi settori e dovrebbero dunque delegare i compiti alle Province».
Sul sistema viario, il candidato presidente è netto: «Sarebbe fare facile demagogia affermando che le strade interne della provincia sono dissestate, occorre invece, questo il grande problema, mettere in sicurezza le fondovalli perché furono costruite quando il traffico, specie quello commerciale, era ancora limitato, mentre ora è triplicato, se non quadruplicato».
18/05/2009 9.19

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=20620]TUTTI I CANDIDATI ALLA PROVINCIA DI CHIETI[/url]