Pd:«Ed ora rivedere subito il bilancio regionale»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1667

L’AQUILA. Il gruppo regionale del PD si è riunitosi oggi a L'Aquila presso la scuola Reis Romoli. E’ stata l’occasione per analizzare la proposta di bilancio proposta dalla giunta Chiodi in questo nuovo contesto drammatico.
Secondo il Pd la proposta di Bilancio «non solo era totalmente inadeguato prima del terremoto ed oggi e' solo un pezzo di carta inutile cosi' come e'».
Il Partito democratico dichiara di non voler fare ostruzionismo ma avanzerà «puntuali proposte modificative».
«A partire - spiega il Capogruppo del PD Camillo D'Alessandro - dal taglio subito ad indennità e vitalizio in modo che siano quelle più bassa d'Italia, ultimi in Italia a partire da Aprile, non servono altri mesi. Noi proponiamo che le economie derivanti dai tagli siano destinati ad azioni di aiuto alle popolazioni colpite dal terremoto. Questo sara' il nostro primo emendamento».'
« Lo strumento potrebbe essere - riprende D'Alessandro - anche quello della Fondazione, ma solo se istituita con Legge Regionale, quindi istituzionalizzata e con regole certe, sulla cui Fondazione destinare anche i contributi liberali dei consiglieri regionali e di altro soggetti pubblici e privati,a partire dalle Fondazioni bancarie e senza costi aggiuntivi per la gestione della Fondazione da parte della Regione. Rimaniamo comunque del parere che sarebbe più utile destinare direttamente i fondi evitando sovrastrutture. Anche la fondazione può essere istituita inserendo le norme sul bilancio, quindi senza perdite di tempo»'
«Certo - conclude D'Alessandro - oggi non e' il momento delle polemiche, ma e' evidente a tutti che oggi la Regione non ha un euro da metterci di fondi propri sul terremoto, questo perche' la destra al governo nel 2000-2005 ci ha lasciato un debito complessivo moltiplicatosi per sei volte e per cinque quello della sanità. Chi ha fatto quel debito oggi appare poco credibile a vestire i panni del salvatore della Patria, tutti ricordano che l'Assessore ai debiti di allora, oggi e' il braccio destro di Chiodi, cioe' il Vice presidente Castiglione».

16/04/2009 16.19