Unione dei Comuni della Frentania: venerdì il rinnovo dei vertici

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1106

Unione dei Comuni della Frentania: venerdì il rinnovo dei vertici
Dopo tre anni Enrico Di Giuseppantonio lascia la guida dell'Unione dei Comuni “Città della Frentania e Costa dei Trabocchi”. Venerdì 10 febbraio 2006 il Consiglio dell'ente sceglierà il nuovo Presidente.
In una lettera inviata a tutti i componenti degli organi dell'Unione (Giunta e Consiglio) il Presidente uscente Enrico Di Giuseppantonio ha ringraziato i colleghi sindaci e amministratori dei dieci Comuni aderenti per la fiducia e la fattiva collaborazione, che hanno permesso in tre anni di raggiungere degli ottimi risultati.
«Quando abbiamo costituito l'Unione, questa poteva sembrare solo una bella avventura. – ha scritto Enrico Di Giuseppantonio - Oggi possiamo affermare con convinzione che con l'Unione, i Comuni possono fare di più e meglio per i propri cittadini perché è più facile catturare occasioni di sviluppo e di innovazione per la pubblica amministrazione e soprattutto perché si risparmiano tanti costi fissi. L'esperienza maturata in questi anni ci ha convinto che la qualità dei servizi può migliorare se si uniscono le forze, umane ed economiche».
L'Unione di Comuni, nata nel 2002 ha attivato diversi servizi associati, con notevoli risparmi di spesa, tra cui la Polizia Locale, il Nucleo di valutazione, l'Ufficio legale e nei prossimi mesi sarà istituito l'Ufficio unico del personale con l'assistenza tecnica del FORMEZ (istituto che fa capo al Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio).
L'Ufficio Legale dell'Unione, ad esempio, ha difeso le Amministrazioni comunali in diversi contenziosi (civili ed amministrativi), consentendo un abbattimento del spese processuali del 30% annuo, rispetto a quanto faceva registrare questa voce di spesa nei bilanci comunali prima dell'attivazione del servizio associato.
Sono state già avviate inoltre le procedure per la gestione associata di un Ufficio per la Tutela Ambientale, di un Servizio associato di Trasporto Studenti, di un Servizio associato di Pubblica Illuminazione.
«Anche se non in modo diretto, perché sarò impegnato in diversi incarichi politici e amministrativi, continuerò a dare il mio apporto dentro e fuori l'Unione – ha concluso Enrico Di Giuseppantonio - Ho vissuto un'esperienza esaltante sul piano umano e molto positiva sul piano politico e non farò mancare il mio supporto al nuovo Presidente e alla Giunta, con la stessa passione e lo stesso entusiasmo».
07/02/2006 15.04