A Vasto è polemica sul turismo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1472

VASTO. L’assessore al Turismo, Nicola Del Prete (PD), non ha mandato giù i commenti dell’ex assessore regionale al Turismo, Massimo Desiati, apparsi in un sul giornale “Il Taglio” di cui l’ex assessore è editore.

Nell'articolo, a firma di Desiati, intitolato “La stagione estiva è alle porte”, l'autore ha avanzato molte critiche sulla gestione del settore turismo portata avanti dall'attuale amministrazione di Del Prete.
Massimo Desiati ha esordito con una frase che ha inevitabilmente suscitato le ire dell'assessore al turismo di Vasto: «arriva l'estate e l'amministrazione comunale sarà colta di sorpresa». L'attuale assessore comunale non ci sta, e ci tiene a rispondere punto per punto alle insinuazioni di Desiati. Del Prete ha detto che «l'ex assessore regionale al Turismo ha le idee molte confuse, non si aggiorna sull'attività amministrativa del suo Comune, non sa "leggere" i dati statistici che scaturiscono da contesti complessi, non ha la percezione della crisi che investe l'intero settore e non ha alcuna proposta che possa contribuire a risollevare le sorti di questa economia».
«Il suo articolo è il misero tentativo di accreditarsi come esperto del turismo senza averne la più pallida idea, - ha continuato Del Prete- il passato lo lascio stare, perché altrimenti Desiati dovrebbe spiegarci come mai in cinque anni, in qualità di assessore regionale con deleghe importanti di pianificazione e turismo, non sia riuscito a muovere un dito, e dico un dito per la sua amata Vasto».
Ma Del Prete non ha interesse a rivangare il passato sul quale ha detto che «il giudizio su quegli anni di amministrazione Desiati l'ha espresso il popolo con una sonora ed inappellabile bocciatura». Ha voluto invece guardare al presente e al futuro, rispondendo «con dovizia di particolari» a tutte le perplessità di Desiati. L'assessore comunale al turismo ha risposto citando, dati alla mano, i giudizi positivi della Regione per il lavoro svolto in questi anni. Secondo i dati riportati dal Del Prete, elaborati dalla Regione, il comparto del turismo a Vasto godrebbe di buona salute e sarebbe in netta controtendenza con i saldi negativi registrati in altri comuni a vocazione turistica. Sempre citando dati della Regione Del Prete ha messo in luce un dato, che secondo lui è il più rilevante. Vasto si è piazzata al settimo posto assoluto nella graduatoria dei primi trenta Comuni con maggiori presenze turistiche. «Nei primi 9 posti tra le località teramane (al primo posto Tortoreto) c'è solo Vasto della provincia di Chieti che si piazza al settimo posto assoluto», ha precisato Del Prete.
Nonostante quella passata sia stata una stagione disastrosa per le condizioni meteorologiche, il dato delle presenze a Vasto è stato contrassegnato da segno positivo. Massimo Desiati, guardando alle singole iniziative, si è soffermato sul Mese del Brodetto che avrebbe fatto registrare un saldo negativo di presenze (-1,3%). A questo dato Del Prete ha risposto affidando allo scorrere del tempo la valorizzazione di questa manifestazione. «Sarà sicuramente vincente nel tempo ma bisogna crederci e lavorare tutti assieme, come stanno facendo i nostri ristoratori con i produttori di vino, di olio,- ha asserito Del Prete- insomma con tutta la filiera alimentare che potrà trovare giovamento da questa grande idea. Ci crede l'Accademia Italiana della Cucina, ci crede la Camera di Commercio della Provincia di Chieti, ci credono le istituzioni, dalla Regione alla Provincia, ci crede Slow food, ci credono gli operatori turistici locali, ci credono i vastesi».



m.r. 19/03/2009 11.33