D’Amico (Pd): «non perdiamo i fondi Fas»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1151

CHIETI. Il capogruppo del Pd Camillo D’Amico ha depositato presso la segreteria della presidenza del consiglio provinciale di Chieti una mozione che andrà discussa ed approvata nella seduta dedicata al consuntivo del 2008.

«La mozione», spiega D'Amico, «tende a sollecitare il governo Abruzzese nel dar seguito concreto all'avvio dei lavori, previsti nel corrente anno 2009, del piano triennale regionale 2008/2010. Queste opere furono concordate con enti e portatori d'interesse del territorio nello spirito, nella logica e nel principio del governo partecipato».
Al sollecito dei lavori dell'annualità 2009 si somma un esplicito riferimento alla vicenda dei fondi comunitari F.A.S. (Fondi Aree Sottosviluppate) che sono oggi ancora al vaglio del governo nazionale per la definitiva approvazione.
«Le due vicende sono tra esse strettamente interconnesse», spiega il capogruppo del Pd, «perchè, le infrastrutture previste, sono correlate per creare uno sviluppo organico, sinergico e di servizio nonchè, nella loro fase realizzativa, creare concrete opportunità di occupazione ad imprese e lavoratori locali che, in un momento di grandi difficoltà sociali ed economiche per moltissime famiglie, potrebbero rappresentare una risposta seria e concreta a dispetto di reiterati annunci che rilanciano ad un futuro lontano il tentativo di drenare la gravità della situazione».
La paura di D'Amico è quella che «il nuovo governo regionale, faccia l'esatto opposto così come già successo per il mancato rifinanziamento della Legge Regionale 29/06 per le cui opere minori ivi inserite saremo costretti a far ricorso ad altri virtuosismi pur di realizzarli e mantenere gli impegni assunti con i cittadini; se così fosse non mancheremmo di denunciarlo pubblicamente ricorrendo anche alla naturale mobilitazione pubblica e politica».

10/03/2009 9.02