Giunta Ranghelli azzerata. Si avvicinano le elezioni a Spoltore?

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1570

SPOLTORE. Una giunta in apparente difficoltà che non sa in che direzione andare. Il sindaco di Spoltore Franco Ranghelli sette giorni fa ha ritirato le deleghe agli assessori della sua giunta, azzerandola.


Adesso quale sarà il futuro dell'amministrazione cittadina?
«E' in atto una crisi senza precedenti», commenta Giuseppe Cocca, segretario cittadino della Sinistra Democratica. «Mi sembra sia la prima volta che il sindaco attua un simile provvedimento senza comunicarlo a nessuno. E' come se i partiti della maggioranza avessero deciso di tenere nascosto l'accaduto incuranti del fatto che in politica le bugie e l'omissione di notizie hanno le gambe cortissime».
Per il partito la responsabilità di questa crisi «risiede tutta nel Partito Democratico e dunque spetta a questo partito fare chiarezza dicendo al popolo di Spoltore quali sono i veri motivi che hanno portato alla clamorosa decisione del sindaco».
Sinistra Democratica, annuncia Cocca, «è pronta a fare la sua parte per superare la crisi, ma se si dovesse tornare alle elezioni, che è l'ipotesi più probabile, pretenderà dagli alleati un segno tangibile di rinnovamento, altrimenti ripeterà l'esperienza della passata tornata elettorale preparandosi per tempo alla formazione di una lista ben più numerosa e autorevole,dando per scontato che il popolo Spoltorese abbia imparato la lezione».

16/02/2009 15.05