Paolini: «Scajola mi ha promesso un aiuto per il polo elettronico dell’Aquila»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1393

«E' Andato tutto bene. L'incontro con Scajola è stato molto utile soprattutto per le vertenze sul lavoro dell'Aquila. Si è proposto come mediatore».
L'assessore regionale Enrico Paolini ha voluto questa mattina tracciare un bilancio sulla conferenza delle regioni sul turismo che si è svolta nella giornata di ieri a Francavilla al mare. L'assessore al turismo ha invitato tutti a non dire «che il mercato tedesco non è più presente in Abruzzo perchè noi abbiamo le prove che porteremo il prossimo 6 ottobre al Forum del turismo in programma all'aeroporto».
Probabilmente il vicepresidente si riferisce a un presunto incremento di passeggeri dovuti alla volo per Francoforte e poi ha voluto aggiungere: «se i tedeschi non vengono più la ragione probabilmente è da ricondurre al mare… ma dobbiamo ancora studiare questi dati», si è poi affrettato a precisare.
«Non siamo riusciti a salvare la stagione turistica perché», ha detto Paolini, «noi ci siamo insediati a giugno: troppo tardi per fare qualcosa di concreto. Però per l'aeroporto abbiamo fatto tanto ed il risultato si è visto con i voli per Bruxelles e Parigi».
Sulla commissione delle Regioni di ieri Paolini ha fornito qualche dettaglio in più soffermandosi maggiormente sulla promessa strappata al Ministro delle attività produttive, Claudio Scajola, che in sede privata avrebbe promesso allo stesso Paolini una mediazione per i problemi legati al lavoro del polo elettronico aquilano.
L'appuntamento per parlare ancora di turismo è rimandato al prossimo 6 ottobre alle ore 10 nelle sale dell'aeroporto dove parteciperanno tutti gli operatori e rappresentanti dell'Enit. 29/09/2005 11.51