Bonus salva bebè: lettera a 600 mila bambini e non mancano le sorprese

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4970

A beneficiare dei 1.000 euro saranno solo persone con reddito inferiore ai 50.000 euro annui. Era stato pubblicizzato così?



A beneficiare dei 1.000 euro saranno solo persone con reddito inferiore ai
50.000 euro annui. Era stato pubblicizzato così?

Stanno arrivando a destinazione in questi giorni anche in Abruzzo le lettere che il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha scritto per riscuotere il bonus bebè.
Così sarà per circa 600mila famiglie che nel 2005 hanno festeggiato l'arrivo di un bambino. Per alcuni però c'è stata anche una sorpresa. La notizia del bonus era stata annunciata con gran risalto, probabilmente tralasciando, o indicando molto marginalmente, uno dei requisiti fondamentali per ricevere i 1.000 euro: avere un reddito inferiore ai 50.000 euro annui, « per evitare di beneficiare famiglie che non hanno certamente bisogno di questo aiuto una-tantum».
Ma quanti di quei 600.000 bambini rientreranno realmente nella fascia indicata? Anche per chi ha un reddito superiore ai 50.000 euro un neonato è frutto di spese e in quest'ottica il provvedimento non può essere certamento considerato un incentivo alla “procreazione”.
Molti hanno già segnalato disappunto e sorpresa anche sul web come www.pensierineccesso.it .
L'invio delle lettere alle famiglie ha messo definitivamente in moto la procedura prevista dalla legge Finanziaria per la quale sarà attivato anche un apposito call center per l'assistenza. Il pagamento sarà fatto velocemente, mediante presentazione di una autocertificazione e solo in un secondo momento i dati saranno verificati successivamente dal fisco.
A curare l'invio della lettere sono le poste che indicheranno anche l'ufficio più vicino al quale ci si potrà rivolgere a partire dal 15 febbraio. Gli assegni da 1.000 euro, anche se intestati al neonato, potranno essere riscossi dai genitori. La Finanziaria stabilisce infatti che «in deroga ad ogni disposizione vigente in materia di minore, gli assegni possono essere riscossi dall' esercente la potestà sui figli».
I bambini adottati nel 2005, invece, non riceveranno la lettera, per motivi di privacy il ministero del tesoro non è riuscito ad ottenere i dati. In questo caso, i genitori adottivi dovranno chiedere informazioni al numero 800.863223 oppure colsultare il sito internet www.sogei.it.

E c'è anche chi il bonus bebè lo ha rispedito al mittente

(leggi qui)



LA LETTERA

L'ALLEGATO