Costantini:«il mio programma c’è. Sono pronto a confronti diretti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3192

Costantini:«il mio programma c’è. Sono pronto a confronti diretti»
ABRUZZO. «I cittadini abruzzesi hanno il sacrosanto diritto di conoscere perfettamente i programmi dei candidati alla Presidenza della Regione Abruzzo e di vederli confrontarsi sui grandi temi ‘caldi’ del nostro territorio».
E' una vera e propria sfida che Carlo Costantini, candidato presidente dell'Idv ha lanciato agli altri contendenti.
«Il candidato del Pdl», ha detto, «continua a sfuggire ogni occasione di dibattito, fa saltare gli appuntamenti e si dichiara disponibile a parlare solo se gli vengono comunicate in anticipo le domande. Oggi gli lancio una vera ‘sfida', ossia accetti di confrontarsi sul campo, dinanzi agli abruzzesi, e non a distanza. E soprattutto invito tutte le principali associazioni di categoria del territorio a organizzare ogni mattina, ogni pomeriggio, occasioni di incontro tra me e il candidato del Pdl per poter ascoltare le nostre diverse opinioni sul futuro dell'Abruzzo».
«Negli ultimi giorni», ha ribadito Costantini, «abbiamo assistito alla costante presenza di big del Governo nella nostra regione a sostegno del candidato Pdl. Ma non va dimenticato che il confronto elettorale non è tra Di Pietro e Berlusconi, ma tra Carlo Costantini e Gianni Chiodi. Peccato però che dal centro-destra non sia arrivata alcuna idea concreta e che il candidato del Pdl si sia ripetutamente sottratto a ogni occasione di confronto, in particolar modo con le associazioni di categoria. A loro ora rivolgo un appello, affinché nei prossimi giorni pretendano di ascoltare le linee programmatiche di tutti i candidati Presidenti. E mi auguro che Chiodi riveda il proprio comportamento elusivo e si renda disponibile a un dialogo serio con gli abruzzesi».
Per Costantini lo slittamento delle elezioni regionali al 14 e 15 dicembre potrebbe essere utile ai cittadini per conoscere a fondo le proposte programmatiche dei candidati Presidenti.
«La coalizione di centro-sinistra», ha concluso Costantini, «ha portato avanti delle scelte chiare e concrete: lotta agli sprechi della politica attraverso l'eliminazione delle pensioni per i consiglieri regionali; riduzione del 15% delle indennità; cancellazione di enti e società inutili; riunione delle 6 Asl in una unica; un no deciso al Centro Oli di Ortona; 20 milioni di euro da investire nella programmazione turistica; concentrazione del trasporto pubblico locale in una sola società pubblica. E poi la lotta contro la politica di petrolizzazione dell'Abruzzo: ho firmato personalmente il documento delle associazioni contro il Centro Oli. Se in tale documento ci sia anche la firma del candidato del Pdl nessuno lo sa, visto che Chiodi non ha mai espresso una chiara posizione in merito, un giorno era favorevole, un giorno contrario, il terzo non lo sapeva».

27/11/2008 15.45