Marinelli:«D’Ambrosio: mente ecco i documenti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1654

PIANELLA. Da alcuni mesi lo scontro tra minoranza e opposizione a Pianella si è fatto più duro. Pochi giorni fa la polemica sul passato consiglio comunale e le relative variazioni di bilancio contestate dalla minoranza e smentite dal sindaco, Giorgio D’Ambrosio. D’AMBROSIO:«LA PROGETTAZIONE DELLA CASERMA SARA’ FATTA IN ECONOMIA»
«Non comprendiamo dove la minoranza abbia letto o visto che in bilancio è stato addirittura ‘cancellato' il capitolo di spesa relativo alla ristrutturazione della Caserma dei Carabinieri», aveva tuonato sprezzante il primo cittadino, Giorgio D'Ambrosio, contro le «polemiche strumentali» di “Rinasce Pianella”.
Oggi il capogruppo Sandro Marinelli con poche parole risponde esibendo i documenti che provano il taglio (per ora) alla caserma dei carabinieri.
Si tratta di una nota del responsabile del settore tecnico del Comune, Loredana Scotolati, inviata ai responsabili dei servizi finanziari e al sindaco che propone di utilizzare i fondi provenienti dal capitolo per la ristrutturazione della caserma dei carabinieri per intervenire sulla scuola materna.
Lo scorso anno, infatti, la scuola materna di Pianella ha subito alcune lesioni alle strutture portanti. La giunta ad agosto ha affidato ad una società lo studio per il monitoraggio.
Lo scorso febbraio la stessa ditta nella sua relazione finale ha scritto nero su bianco come siano gravi le condizioni della struttura parlando di un lento e progressivo aggravamento con «spostamento e rotazione dei muri lesionati».
Per questo il dirigente propone di affidare in maniera urgente un incarico professionale ad un tecnico ingegnere che proponga una soluzione alla problematica strutturale.
Un incarico dal costo di € 5.000, soldi che saranno appunto prelevati dal capitolo finanziamento per il progetto di ristrutturazione della caserma dei carabinieri.
«Dai controlli fatti negli uffici», ha detto Marinelli, «per la progettazione della caserma c'erano 5 mila euro che ora devono servire per l'altro incarico alla scuola materna. Dunque, non c'è più un euro per la progettazione della Caserma, come avevo appunto detto. Sulla derattizzazione, invece, il capitolo si è ridotto del 60% per pagare le spese di ufficio stampa e non crediamo sia sufficiente il 40% per un territorio grande come Pianella».
Altro punto dolente materia di scontro è l'affidamento all'esterno proprio dell'ufficio stampa.
«Non siamo d'accordo sulla spesa dell'ufficio stampa di 6mila euro», ha spiegato Marinelli, «non credo ci sia bisogno di riaprire il “Minculpop” a spese anche nostre. Non ho ben capito una cosa però: nella convenzione con la società esterna che dovrebbe durare fino al prossimo dicembre c'è scritto che sono “i vertici dell'amministrazione” a tenere i rapporti con l'ufficio stampa, dove per vertici il sindaco intende soltanto lui. Ma il contratto stipulato è per “ufficio stampa del Comune” dove normalmente si intende l'intero ente, compresa la minoranza».
La spesa complessiva per il servizio di comunicazione annuale è di 24mila euro. La stessa società si occupa anche di editare l'organo di informazione comunale.

20/09/2008 10.20

D'AMBROSIO:«LA PROGETTAZIONE DELLA CASERMA SARA' FATTA IN ECONOMIA»

«L'amministrazione comunale di Pianella non ha tagliato i 5mila euro destinati alla progettazione dei lavori di ristrutturazione della Caserma dei Carabineri. Più semplicemente ha deciso di affidare ai propri tecnici interni la redazione del progetto, dunque non ‘tagliando' la spesa, ma risparmiando, a vantaggio della città e sfruttando le professionalità interne di cui è dotato il nostro Comune».
Lo ha precisato il sindaco di Pianella, Giorgio D'Ambrosio, replicando alle accuse delle forze politiche di minoranza «che ormai giocano con gli euro, come al Monopoli».
«In merito alla scuola materna», ha spiegato D'Ambrosio,«forse la minoranza si è distratta (impegnata com'era a dare la caccia a 5mila euro) e non si è accorta che abbiamo avuto qualche giorno fa un incontro con i genitori dei bambini che la frequentano per illustrare l'inizio e lo svolgimento dei lavori di risanamento dell'aula di refezione, l'unica ad aver avuto dei problemi di assestamento, lavori che saranno conclusi entro fine ottobre, dunque la progettazione dell'opera (addirittura già appaltata) è stata redatta mesi fa».
Un'ultima nota in merito alle spese per la derattizzazione del territorio di Pianella, «interventi – ha ancora sottolineato il sindaco D'Ambrosio – che vengono svolti con periodicità quasi scientifica, e anche tale servizio non ha subito né subirà tagli».

20/09/2008 14.38