Consiglio comunale, riparte la nuova vita dell'area di risulta

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4283

PESCARA. Il Consiglio Comunale di ieri pomeriggio ha approvato una delibera sulle linee di indirizzo per la riqualificazione urbana dell'Area di Risulta dell'ex Stazione Ferroviaria.
La delibera è stata approvata con 19 voti favorevoli, a fronte di 26 presenti, due contrari e 5 astenuti.
Il documento prevede una rimodulazione del progetto preliminare: ci sarà un'area di circa 20.000/25.000 mq per la mediateca e il Teatro Monumentale (nella zona prospiciente corso Vittorio Emanuele, adiacente a piazza della Repubblica e confinante con via Michelangelo) e una zona riservata alla realizzazione di parcheggi interrati e di un'autostazione con un numero di stalli per autobus compreso fra i 38 e i 50. Circa l'80% del territorio diventerà parco pubblico.
Il progetto preliminare rivisitato alla luce degli indirizzi forniti con la delibera approvata ieri dovrà essere approvato dal Consiglio Comunale.
Il Consiglio ha anche approvato gli indirizzi generali per la disciplina della sosta per le zone centrali che comunque saranno oggetto di un appalto separato ed indipendente dall'intervento di riqualificazione delle aree di risulta.
Approvato, tra le contestazioni della maggioranza anche l'aumento di
assessori che da 10 passa a 12. «Lo scorso febbraio», contesta il
consigliere di Forza Italia Guerino Testa, «il sindaco e la sua maggioranza avevano promosso e difeso la riduzione del numero degli assessori proprio per garantire lo snellimento dell'attività politica – amministrativa».
Infine il Consiglio Comunale ha approvato all'unanimità il progetto definitivo per la realizzazione dell'asse viario di collegamento di via dell'Emigrante con Via Caravaggio e di via Caravaggio con via Ferrari e la delibera sulle opere strategiche finanziate dai fondi Por
(9,5 milioni).



02/08/2008 9.54