Consiglio comunale L’Aquila: elezioni, Perdonanza e Prg

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2803

L’AQUILA. Il Consiglio comunale ha discusso stamani, in apertura dei lavori, l’ordine del giorno, inserito con procedura d’urgenza su proposta del capogruppo La Destra Luigi D’Eramo, di «ad annullare o comunque a non aprire i lavori della seduta odierna del consiglio regionale, con all’ardine del giorno l’abrogazione della legge regionale 51 del 2004».



La proposta del consigliere D'Eramo è stata respinta con 17 voti contrari, da parte dei gruppi Pd, Pdci, Udeur, Sd, Nuovo Psi e 11 voti favorevoli (La Destra, An, Udc, Mpa, Forza Italia).
Si sono astenuti i consiglieri Franco Colonna (Impegno per l'Aquila), Luigi Faccia (L'Aquila città unita), Enrico Perilli (Prc) e Francesco Valentini (Pd).
«Con le dimissioni di Del Turco – ha dichiarato il capogruppo La Destra Luigi D'Eramo – il Consiglio regionale è oramai sciolto e può riunirsi solo per esaminare argomenti di ordinaria amministrazione. Non è pertanto nelle sue facoltà l'abrogazione di una legge, cosa che aprirà la strada a una valanga di ricorsi. Il problema principale però è che, con questo provvedimento, non sarà possibile andare al voto prima del mese di marzo, con la conseguente paralisi per un lungo periodo di tempo di tutta l'attività amministrativa non solo in Regione, ma anche in tutti i Comuni, compreso il nostro. Inoltre – ha concluso D'Eramo – oltre al danno ci sarebbe la beffa per i cittadini abruzzesi, dato che i consiglieri regionali, per tutto il tempo, pur non essendo più in condizioni di lavorare, continueranno a percepire le loro indennità».
Successivamente l'assessore alle Politiche culturali, Anna Maria Ximenes, ha reso delle comunicazioni sul programma della Perdonanza di quest'anno e sull'operato del Comitato che sta organizzando l'evento celestiniano.
«La nomina del Comitato – ha dichiarato l'assessore Ximenes – è avvenuta, per questa edizione della Perdonanza, esattamente come nelle ultime annualità, vale a dire dal 2005. Abbiamo però accolto il suggerimento del senatore Enzo Lombardi riguardo alla necessità di rivedere e fissare la natura giuridica dell'organismo. Le strade da percorrere sono due: comitato civico o fondazione. A queste ipotesi lavoreremo già dal mese di settembre».
L'assessore Ximenes ha poi sottolineato il coinvolgimento, nel programma della manifestazione, delle principali istituzioni culturali cittadine, attraverso eventi spettacolo di rilievo, e la presenza nel cartellone di numerose produzioni artistiche del territorio.
Successivamente, l'Assemblea ha approvato all'unanimità le controdeduzioni alle osservazioni sul regolamento per l'installazione e l'esercizio degli impianti di telefonia mobile e per l'emittenza radiotelevisiva.
Sì unanime del Consiglio anche alla delibera per l'approvazione del progetto, in variante al piano regolatore, per i lavori di completamento della strada di collegamento tra via Mezzanotte e via Scarfoglio che, favorendo il raccordo tra i quartieri del Torrione e di Acquasanta, completerà la bretella che si sviluppa a nord della città.
«Procederemo in tempi brevissimi – ha commentato l'assessore ai Lavori pubblici Ermanno Lisi – alla gara d'appalto. In questo momento c'è grande soddisfazione per l'approvazione di un provvedimento di grande importanza per la viabilità della zona est della città, atteso da anni».
Al momento della discussione sulla relazione della commissione consiliare di Garanzia e Controllo riguardo all'attività del Centro servizi anziani lo stesso relatore della proposta di deliberazione, il consigliere Enzo Lombardi, ha chiesto la verifica del numero legale. Erano presenti in aula 17 consiglieri al momento del primo appello. Per il secondo appello il presidente Benedetti ha aggiornato la seduta alle ore 17.
31/07/2008 16.42