Roseto. Due risoluzioni urgenti per commissariato e 118

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1438

ROSETO. Nel corso dell'ultima riunione il Consiglio Comunale ha approvato una risoluzione urgente su proposta dei Gruppi PD e SDI che impegna il Sindaco e la Giunta a sensibilizzare gli organi governativi competenti nonché la responsabile azione dei Parlamentari, al fine di rendere più incisiva l'azione finalizzata all'Istituzione del Commissariato di Pubblica Sicurezza nella Città di Roseto degli Abruzzi a servizio di tutta la costa teramana.
La risoluzione è stata condivisa anche dai Consiglieri Comunali di Forza Italia e Alleanza Nazionale.
Nella risoluzione si sottolinea che:«Il Commissariato di Pubblica Sicurezza sarebbe molto utile sia in chiave di controllo del territorio sia in chiave di servizi offerti alla popolazione, anche per quanto attiene le pratiche relative alla popolazione straniera».
Sempre nella stessa seduta, su proposta del Gruppo Consiliare del PDL è stata approvata una risoluzione urgente finalizzata a promuovere un'azione di sostegno del servizio di 118. Il documento impegna Sindaco, Giunta e Consiglio a intraprendere ogni iniziativa utile ad evitare qualsiasi ipotesi di smantellamento del servizio.
A tal proposito il Sindaco Franco Di Bonaventura ha rassicurato i proponenti e tutto il Consiglio:«il Piano Sanitario Regionale non prevede la soppressione del 118 nella Città di Roseto e questa notizia è stata confermata anche dal Dott. Pallini che dirige il servizio provinciale».
Il documento chiede inoltre che il locale presidio abbia personale sufficiente e un numero adeguato di autoambulanze nel periodo estivo visto il conseguente incremento della popolazione residente.
Respinta la mozione relativa al nuovo tracciato della strada vicinale n. 58 il Consiglio ha affrontato la proposta di Istituzione della Commissione Consigliare Permanente di Garanzia e Controllo avanzata dal Gruppo del PDL.
La maggioranza ha presentato e approvato un emendamento in cui si demanda alla Commissione Statuto e Regolamenti la definizione del mandato del nuovo organismo e al termine della votazione il Consigliere Norante ha chiesto di ritirare la proposta. Respinta infine la mozione sul Contratto di interest Swap il Consiglio è stato sospeso. Rinviato quindi alla prossima seduta il quarto punto all'ordine del giorno relativo all'assegnazione di aree di edilizia residenziale pubblica.

02/07/2008 17.38