Sabatini: «nessun ridimensionamento per il distretto sanitario»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1442

MONTESILVANO. Momenti decisivi per le sorti del distretto sanitario di base di Montesilvano. L'assessore alle Politiche sociali Bruno Sabatini ha chiarito proprio ieri la posizione dell'amministrazione comunale. Lunedì l'incontro con i progettisti.

Il distretto sanitario si farà e non sarà di certo il "ristretto sanitario" di cui parla l'opposizione di centrosinistra. Questo sembra il futuro del nuovo polo di Montesilvano, almeno sentendo quello che riferisce l'assessore competente.
«A seguito della delibera che ha riformulato l'accordo di programma fra la Asl e l'amministrazione», ha spiegato Sabatini, «si è svolto un incontro con il dottor Antonio Balestrino, direttore generale della Asl, per le future strategie da attuare sul nuovo distretto e per l'accordo in termini di spesa e di locazione».
Per lunedì mattina è stata fissata una tavola rotonda con i progettisti per definire in maniera ultimativa la dislocazione degli spazi.
«A tal proposito», ha chiarito Sabatini, «confermiamo che non ci saranno ridimensionamenti, come si vuole far credere, ma che le due ali del complesso, una realizzata a carico della Asl e l'altra a carico del Comune, verranno costruite in maniera simultanea».
Il primo lotto andrà in appalto con «le metodologie classiche», il secondo invece, «a carico del Comune, con un project financing».
«Le tempistiche saranno coerenti fra loro», ha detto ancora l'assessore, «e avverranno contemporaneamente per offrire un servizio sinergico capace di rispondere alla città nel più breve tempo possibile. Ci aspettiamo che la strumentalizzazione in atto sui giornali venga a cessare considerando che è nell'interesse di tutti che il distretto sanitario operi nel migliore dei modi offrendo servizi sempre più adeguati alla città».


07/06/2008 11.46