La Federazione di centro chiede Commissione di inchiesta sulla Sanità aquilana

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1176


L'AQUILA. Questa mattina la Federazione di centro ha avviato l'iter procedurale per l'attivazione di una Commissione regionale d'inchiesta sulla Sanità aquilana. «Ormai la misura è colma, sono troppe le cose che non vanno, sono troppe le zone d'ombra su cui far luce. Gravissime le ultime polemiche tra i sindacati ed il manager Marzetti, che danno un'idea precisa del clima pesante che gli operatori sono costretti a vivere ogni giorno nella Asl aquilana» si legge in un comunicato della Federazione di centro.
«La minaccia di querela nei riguardi di un sindacato serio qual'è il Cimo, annunciata da Roberto Marzetti, si configura come un tentativo irrituale di pressione nei confronti delle Organizzazioni Sindacali, tentativo che purtroppo non appare un caso isolato. Chiediamo la Commissione d'inchiesta - scrivono Antonio Verini, Liberato Aceto ed Angelo Di Paolo - perché apprendiamo di cose inquietanti, che richiedono un approfondimento da parte delle competenti strutture ispettive regionali».
«Quando proviamo ad esaminare i numeri della Asl dell'Aquila - scrive la FdC - abbiamo l'impressione di avere a che fare con dei prestigiatori che giocano con i numeri. Vogliamo tra l'altro un approfondimento sull'utilizzo effettivo della spesa corrente che, come prevede la legge, non può essere utilizzata per le opere di straordinaria manutenzione o addirittura per investimenti. Vogliamo sapere di una gestione immobiliare che appare quantomeno creativa. Vogliamo una maggiore trasparenza gestionale».
Nella nota della FdC si esprime «preoccupazione» anche per i riflessi negativi riscontrati dall'utenza sul «livello e la qualità delle prestazioni».
«Per tutti questi motivi», chiedono i componenti della Fdc, «chiediamo che l'assessore Mazzocca invii subito gli ispettori all'Aquila, che si nomini una Commissione d'inchiesta e si faccia finalmente chiarezza sulle gravi polemiche di queste settimane».

26/05/2008 14.06