Donne Ds a Roma e Milano per diritti e Pacs

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

865

Sabato 14 gennaio a Milano e a Roma si terranno due mobilitazioni per tenere accesi i riflettori su temi di civiltà e solidarietà.
Anche le donne Ds abruzzesi danno la nostra adesione.
«A Milano sosteniamo la manifestazione per la libertà e la responsabilità delle donne», si legge in una nota, «Donne che il governo vuole far tornare indietro, penalizzare nella salute, nei diritti, nelle possibilità di autonomia del progetto di vita.
Destre pericolose e illiberali, che tentano di mettere in discussione una legge saggia e equilibrata come la 194 sulla interruzione volontaria della gravidanza, nata per debellare la piaga dell'aborto clandestino, e dalla cui entrata in vigore ha permesso la riduzione drastica delle interruzioni di gravidanza nel nostro Paese. Una legge che va protetta e applicata pienamente, attraverso il finanziamento e l'estensione dei consultori, l'informazione sessuale nelle scuole, la mediazione culturale e sanitaria per le donne straniere, la valorizzazione della professionalità di medici e operatori, il rispetto per la ricerca a partire dalla sperimentazione della pillola RU486.
Chi ha a cuore la maternità», si legge ancora nella nota delle donne Ds, «investe sulle donne, le loro opportunità e diritti nel lavoro, nei servizi, negli asili, investe in una società aperta, nel dialogo. Anche così si aiutano la famiglia, le famiglie a partire da quelle di giovani coppie che spesso rinviano o rinunciano ad avere bambini perché lasciate a loro stesse da istituzioni e politiche che non riconoscono pienamente la funzione sociale della maternità».

A Roma le esponenti Ds saranno per manifestare per i diritti e i doveri delle coppie di fatto, omosessuali e non, a sostegno dei Patti Civili di Solidarietà ( PACS), della possibilità cioè che forme di convivenza abbiano garanzie in grado di offrire sicurezza e dignità a ognuno.
«La libertà e la responsabilità delle donne», conclude la nota, «sono valori che possono unire, valori con cui tessere un dialogo fra le diverse culture, in una reciprocità che valorizzi le differenze e le unisca nella visione di una società più umana. Con queste ragioni, con la nostra identità di Democratiche di Sinistra, con gli uomini e le donne che come noi vogliono la riscossa del Paese saremo a Milano e a Roma».

12/01/2006 11.56