Antenne San Silvestro, dopo i sequestri il Comune promette la delocalizzazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1256

PESCARA. Nei giorni scorsi la Guardia Forestale ha sequestrato alcuni impianti di trasmissione a causa del superamento dei limiti dell'inquinamento elettromagnetico in località San Silvestro. Oggi il Comune continua a lavorare pensando alla delocalizzazione degli impianti.
Giovanni Damiani, consulente della giunta D'Alfonso è soddisfatto e spera che si arrivi «in tempi brevi» alla delocalizzazione definitiva delle antenne dalla collina, che peraltro non figura nel novero dei siti che il Ministero e la Regione considerano idonei per questo genere di impianti.
Per quanto riguarda la prima azione (il rientro nei limiti), sono state emanati due pacchetti di ordinanze che hanno riguardato 26 emittenti e per altre tre emittenti le ordinanze, già predisposte, stanno per essere reiterate a nuovi soggetti subentrati a seguito di cambiamenti di intestazione proprietaria.
In attesa della delocalizzazione, Damiani ha predisposto per il Comune un piano finalizzato al monitoraggio "stretto" di tutte le emissioni, che andrà eseguito di concerto con il Ministero delle Telecomunicazioni, Arta e Regione, «perché non vi siano più superamenti che possono sfuggire agli organi di controllo e al Comune».
Il piano sarà sottoposto a breve al Tavolo Tecnico istituito presso il Comune sulle problematiche di San Silvestro e la sua attuazione verrà svolta nei tempi tecnici più rapidamente possibili.
Sempre Damiani fa sapere che il Comune sta rispondendo, «attraverso note di rigetto», alle numerosissime controdeduzioni legali relative alle iniziative intraprese, che sono arrivate da parte di quasi tutte le emittenti.

08/05/2008 11.51