D'Alfonso baciato dal Sole24ore, Pastore contesta il giornale di Confindustria

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2513

D'Alfonso baciato dal Sole24ore, Pastore contesta il giornale di Confindustria
PESCARA. Quando sabato il senatore Andrea Pastore (Pdl) ha aperto il Sole24ore è rimasto basito e più che la sensazione di trovarsi davanti ad un articolo ha avuto la sensazione di trovarsi davanti ad una sviolinata. Chiamato in causa il neo-ex uscente-sindaco Luciano D'Alfonso: «la "mosca bianca" che ha doppiato il candidato del Pdl nella regione che ha scelto Berlusconi», "un caso" unico in Italia.

 LA VIGNETTA DI GIO



«L'articolo traccia un quadro elegiaco del sindaco: D'Alfonso vincitore senza rivali con il Pd. Ma le cose stanno davvero così? Credo proprio di no», sostiene Pastore.
Per la giornalista Lina Palmerini il primo cittadino ha stravinto e ha messo a segno una «vittoria monocolore», un risultato che non è riuscito ad altro sindaco in Italia.
«Ha doppiato il candidato del Pdl», si legge, tutto questo correndo da solo «come voleva Veltroni», «ha rischiato ma ha avuto ragione».
La giornalista, che poi parla però anche delle liste civiche e dei partiti che hanno sostenuto il nuovo sindaco, conferma che con D'Alfonso la città ha cambiato faccia: «riqualificazione del centro urbano», si legge, «aree pedonali, nuove opere, una fontana disegnata da un architetto giapponese…» (opera
che non c'è e che ha destato scalpore perchè si è inaugurata una copia scadente:
un semplice parallelepipedo di plexiglass).
Insomma un elenco esclusivo delle "cose buone fatte" e dei pregi, senza la presenza di critiche o punti deboli.
«Luciano D'Alfonso», contesta Pastore, «è stato in effetti riconfermato sindaco di Pescara al primo turno di votazione, ma con uno scarto di soli 291 voti senza i quali ci sarebbe stato un ballottaggio dagli esiti tutti da verificare».
Secondo il senatore, quindi, in termini percentuali il primo cittadino ha ottenuto il 50,3%, ma in termini politici non sarebbe andata altrettanto bene.
«Perché per un sindaco cha ha fatto dell'autocelebrazione la regola il risultato a ben vedere non è davvero positivo. Di norma, infatti, alla ripresentazione per il secondo mandato, qualsiasi sindaco che abbia normalmente ben operato di solito vince con margini ben più ampi. Il dato di Pescara, invece, dimostra che – anche se ha ottenuto la vittoria formale – D'Alfonso, pur disponendo di mezzi illimitati e di 5 anni precedenti di ampia visibilità - ha clamorosamente perso in termini di consenso».
E Pastore richiama alla memoria proprio un sondaggio del quotidiano Il Sole24Ore «che lo ha collocato fra i sindaci più amati dai cittadini, con percentuali di consenso stimate intorno al 65%. Un calo, pertanto, quello odierno, di misura molto rilevante».
E il senatore incalza: «nella città di Pescara, come in tutto l'Abruzzo, le percentuali di consenso elettorale del Popolo della Libertà sopravanzano.
D'Alfonso è attualmente anche il segretario regionale di quel PD che in Abruzzo ha perso clamorosamente nella città adriatica e in ogni altro angolo della regione. Questi elementi non possono essere sottaciuti e portano facilmente a far emergere un quadro più realistico. Pastore boccia a pieno, quindi l'articolo del Sole24Ore, giornale che nei mesi scorsi ha realizzato proprio per il Comune una serie di opuscoli (a pagamento) che illustravano le peculiarità e le attrattive della città. Nell'articolo non si fa menzione della denuncia alla Procura della Repubblica degli Amici di Beppe Grillo contro D'Alfonso per «comportamento scorretto nel corso della campagna elettorale», o dei numerosi esposti per l'affissione selvaggia e abusiva o dei vari dubbi sui conteggi delle schede e su presunti errori che fra l'altro nessuno finora ha smentito.
Si tace anche sul fatto che sulla "mosca bianca" ci siano in corso indagini della Procura per reati ipotizzati gravi e tutti da verificare.

29/04/2008 8.49

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=7651]SOLE24ORE E D'ALFONSO:UN SODALIZIO "MANIFESTO"[/url]