Amministrative, Pastore(Fi) denuncia D’Alfonso per violazione regole

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2387

Amministrative, Pastore(Fi) denuncia D’Alfonso per violazione regole
PESCARA. E’ l’ultima violazione delle norme che sanciscono la campagna elettorale, l’equilibrio e la par condicio? A sentire il senatore Pastore sembrerebbe di sì. Questa volta non ci ha pensato due volte ed ha deciso di denunciare formalmente l’accaduto. L’ennesima notizia di presunte violazioni che nessuno fino ad ora ha voluto né smentire né giudicare. MASSIMO LUCIANI (PD)«PASTORE È AFFETTO DA DENUNCITE»
Così il senatore di Forza Italia ha presentato una denuncia al Prefetto, al Questore e al Procuratore della Repubblica di Pescara, inerente la manifestazione pubblica, definita «di chiara natura elettorale» che domani, «giorno di silenzio assoluto» cosi' come previsto dalla Legge elettorale vigente, vede la presenza del sindaco D'Alfonso, candidato sindaco a Pescara e del ministro Livia Turco candidato alla Camera dei Deputati.
«Sono venuto a conoscenza - scrive Pastore - che nelle scuole superiori di Pescara sta circolando, in queste ore precedenti il silenzio elettorale, un invito agli studenti delle ultime classi (quindi in eta' di voto) perche' partecipino ad una manifestazione, organizzata per domani mattina, sabato 12 aprile, presso il Cinema Massimo, la quale formalmente sarebbe contro l'abuso di alcool, ma che
sostanzialmente e' di chiarissima natura elettorale. Infatti ad essa parteciperanno il sindaco Luciano D'Alfonso ed il ministro Livia Turco».
«Il fatto - osserva il parlamentare di Forza Italia - e' di una gravita' eccezionale, considerando anche che una tale iniziativa, la quale viola in modo clamoroso la legge elettorale vigente nella parte in cui esclude qualsiasi manifestazione elettorale nelle 24 ore precedenti il voto, e' assunta da colui che, come sindaco sia pur uscente, dovrebbe essere personalmente garante della legalita' in questa citta' ed avallata da un ministro della Repubblica che si presta a una vergognosa speculazione elettorale nei confronti degli studenti delle scuole superiori».
Accuse gravissime che questa volta non potranno cadere nel vuoto e che potrebbero influire non poco sulla serenità del voto.
«Ne' il fatto che formalmente la manifestazione sia organizzata da una Pro Loco puo' apparire come una esimente», sostiene ancora Pastore,«ma anzi rappresenta una oggettiva aggravante poiche' sono al corrente che il Servizio di Alcologia della Asl cosi' come le piu' importanti Associazioni di lotta all'alcolismo, anche di rilevanza internazionale, hanno rifiutato di partecipare a questa evidente, cinica strumentalizzazione di un problema cosi' drammatico».
Pastore chiede, quindi, «l'intervento immediato delle Autorita'» preposte, «della cui sensibilita' istituzionale sono assolutamente certo, affinche' provvedano ad assumere le iniziative piu' opportune per impedire questa evidente violazione di legge».
Proprio ieri PrimaDaNoi.it aveva riferito di una serie di fatti molto strani che riguardavano direttamente la campagna elettorale e presunte violazioni o stranezze sulle quali però nessun controllore è intervenuto.
Ora però c'è una denuncia ed un intervento-semmai vi sarà- dovrà manifestarsi entro pochissime ore.

11/04/2008 13.17

MASSIMO LUCIANI (PD)«PASTORE È AFFETTO DA DENUNCITE»

«Puntuale come ogni fine settimana, è arrivata anche la ventesima? (forse… abbiamo perso il conto) denuncia del senatore Andrea Pastore. Siamo certi e, a dire il vero anche un po' preoccupati», risponde Massimo Luciani, «perché riteniamo che Pastore sia colpito da una vera e propria patologia, la “denuncite”, in una forma tanto grave da essere cronica più che acuta, come avevamo in un primo tempo creduto quando aveva cominciato a manifestarne i segni».
«Così», continua Luciani, «ora stiamo seriamente pensando di interpellare l'Istituto Superiore della Sanità per capire i termini di quella che potrebbe essere una grave epidemia e se si sta diffondendo pericolosamente nel paese. Chiederemo anche al ministro Livia Turco l'attivazione di uno specifico consulto per il senatore e una profilassi in grado di proteggere la popolazione. Ma è anche vero che non si poteva immaginare finale diverso dell'attività istituzionale e politica di Pastore, tutta incentrata su carte… bollate, più che sulla produzione di documenti e risultati concreti e costruttivi che d'altra parte non esistono per il territorio e per la crescita della sua città, alla quale dice di tenere tanto».

11/04/2008 15.26


MATTIA GIANSANTE(UDC):«L'ALCOL NON E' MAI STATO UN PROBLEMA PER D'ALFONSO»

«L'abuso di alcool, come piaga sociale, per D'Alfonso non è stato mai un problema.
Infatti, non ha presenziato mai alle mie manifestazioni organizzate in città per sensibilizzare i giovani pescaresi riguardo l'abuso di bevande alcoliche quale causa degli incidenti stradali».
Lo dice Mattia Giansante (Udc) «stranamente, però, il giorno prima delle votazioni», aggiunge, «addirittura ha chiuso le scuole per permettere agli studenti di partecipare al suo comizio, continuando, così, indisturbato, fuori legge, la sua campagna elettorale.
La vergognosa tracotanza del Sindaco D'Alfonso è ancora più grave poiché si aggiunge al proclama del fedele comandante Grippo che, fin dall'inizio, ha tenuto a precisare la severità verso tutti coloro colti a violare la legge in tema di campagna elettorale, dimenticando forse di precisare che, ovviamente, le regole non valgono per D'Alfonso».
11/04/2008 15.50


[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=14769]L'ARTICOLO DI IERI[/url]