Amministrative Pescara. Va di moda il candidato "cattivo"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3236

PESCARA. La posta in gioco è alta e nessuno dei candidati pare intenzionato ad arrendersi prima del previsto. Se il super favorito parrebbe il sindaco uscente Luciano D'Alfonso, gli altri non risparmiano forze. E l'ultima frontiera è quella della denuncia dell'avversario per il rispetto delle regole (chissà perché sistematicamente violate). TACCUINO ELETTORALE CANDIDATI PER OGGI (LUNEDI’)

PESCARA. La posta in gioco è alta e nessuno dei candidati pare intenzionato ad arrendersi prima del previsto. Se il super favorito parrebbe il sindaco uscente Luciano D'Alfonso, gli altri non risparmiano forze. E l'ultima frontiera è quella della denuncia dell'avversario per il rispetto delle regole (chissà perché sistematicamente violate).



TACCUINO ELETTORALE CANDIDATI PER OGGI (LUNEDI')

Manifesti elettorali appiccicati lì dove non possono stare: scatta la denuncia ai vigili urbani.
Quel candidato usa il megafono per i suoi spot e non può farlo: altra denuncia.
Quell'altro invia lettere ai cittadini e viola l'articolo 6 del resoconto della Prefettura di Pescara sulle regole della consultazione elettorale: bene, altra denuncia. E avete visto quelli che fanno? No, che fanno?
Mostrano in giro il fac simile che riproduce fedelmente la copia ufficiale della scheda elettorale ancor prima che il Poligrafico dello Stato cominci a stampare. E si giura di indagare e di volerci vedere chiaro.
Le solite storie di sempre il solito pessimo cattivo esempio.
Sono agguerriti e "cattivi" i candidati sindaco di Pescara.
Vanno avanti per la loro strada non togliendo mai gli occhi di dosso ai competitors. Dove c'è la magagna giurano vendetta.
Dove c'è manifesto abusivo c'è una denuncia e i vigili urbani sono costretti a correre dietro a faccioni "abusivi" da coprire per bene e multe da comminare.
E piovono accuse di «prepotenza», «arroganza», «megalomania». Qualcuno si serve di "volontari" riconoscenti per l'assunzione in enti e società pubbliche; i più "poveri" si attaccano i manifesti da soli con secchio e colla.
«Persino l'Italia dei Valori occupa spazi non suoi», sbotta il candidato della Sinistra Arcobaleno Silvestro Profico. Ma anche chi vuole essere onesto alla fine è costretto a trasgredire e occhio per occhio, dente per dente diventa lo slogan più gettonato.
Santini elettorali sono un po' ovunque, fioccano le vetrine con personaggi mai visti prima, camper (proprio quelli da campeggio) attrezzati alla meno peggio e tappezzati di manifesti e sorrisi smaglianti (e meno male che hanno inventato i software per fare più belle le foto). "Vota me", "scegli me", "tu scegli me, io rendo felice te", "ho già fatto tutto ma farò ancora di più".
Ognuno si muove con il proprio mezzo e si va dal pullmino di D'Alfonso (Pd) al risciò di Murgo (Pescara in Comune).
Il più bersagliato dalle critiche avversarie è proprio il sindaco D'Alfonso, il più esausto Masci che chiede addirittura «basta promesse elettorali anche se siamo in campagna elettorale». La Sinistra Arcobaleno si appella alla «democrazia, alla legalità e alla buona educazione», il candidato Mascia e il suo entourage girano con la fotocamera per immortalare i problemi della città (e screditare il sindaco).
Tutti vanno lì dove non si sono mai visti e dove non si vedranno mai più: al mercato, in carcere, nei negozi, alle processioni, in chiesa, nei templi delle varie lobbies, per la strada a stringere le mani… che strano, probabilmente è questo il pensiero di molti. Ma perché sono tutti così socievoli e poi per il resto del tempo diventano così “timidi”?
E nel marasma generale salta fuori anche il "giallo": gli esponenti del Pdl denunciano una «fuga di notizie» sulla scheda elettorale per le prossime elezioni politiche.
«Solo questa mattina il Poligrafico dello Stato ha ricevuto il cliché ufficiale della scheda elettorale per le elezioni politiche», ha spiegato Di Stefano sabato scorso, «mentre già nella prima mattina fac-simili della scheda già stampati, che, come abbiamo avuto modo di verificare, riproducono fedelmente la copia ufficiale, venivano distribuiti in diverse sedi abruzzesi del partito democratico».
«Il sorteggio è stato fatto dieci giorni fa ed ha stabilito l'ordine delle liste», risponde il Pd. «Le indicazioni su come la scheda sarebbe stata determinata in forma descrittiva, non certo grafica, è nei vademecum. E' stato il nostro ufficio elettorale a procedere semplicemente alla collocazione grafica».
Ma il Pdl non ci crede, continua a parlare di «gravissima anomalia» e promette di rivolgersi agli organi competenti per scoprire come sia stato possibile.
Altre due settimane di fuoco. Poi la verità su chi ha giocato meglio le sue carte.
Poi magari ritornerà un po' di “tranquillità”. Un po' di insana, consueta, “normalità”.
31/03/2008 9.57



[pagebreak]

TACCUINO ELETTORALE CANDIDATI PER OGGI (LUNEDI')


PECORARO SCANIO IN ABRUZZO


10:30, Sulmona - incontro presso l' Agenzia per la promozione della cultura, piazza Venezuela, 4 con la stampa.
15:45-16:45, Ortona, Incontro con la stampa, sul sito dove dovrebbe sorgere il Centro oli.
17:00, Pescara - presso sala dei marmi del palazzo della provincia in p.zza Italia 1 convegno dal titolo "dal centro oli di Ortona ai veleni di Bussi. Abruzzo, ancora regione verde d'Europa?" .


MAURIZIO SCELLI (Pdl)

16:00 a L'Aquila incontri con gruppi di cittadini.
17:30 inaugurerà il comitato elettorale in via XX Settembre, all'angolo con via Sant'Agostino.
19:00, sempre all'Aquila, Scelli avrà un confronto con i rappresentanti dell'associazione imprenditori.
20:30 sarà a Celano per incontrare quadri e simpatizzanti del Pdl.


DE LAURENTIIS (UDC)



16.00, a Sulmona conferenza stampa con il candidato sindaco Giuseppe Schiavo e gli altri membri del partito.
17.00 a Chieti per un incontro con i vertici di Confindustria.
21.30 presso il Ristorante La Costarella a Massa D'Albe incontro con un gruppo di giovani sportivi.


BETTY LEONE (SINISTRA ARCOBALENO)


11:00, piazza Venezuela insieme al Ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio incontrano i cittadini
14:00, Alba Adriatica Hotel Atlante, incontro su ambiente, energie rinnovabili, sviluppo sostenibile
18:00, Paganica al Centro Civico,
19:00 Circolo "Federico Brini" (Corso Duca degli Abruzzi) Inaugurazione Comitato elettorale Sinistra Arcobaleno


TACCUINO CANDIDATI AMMINISTRATIVE PESCARA


CARLO MASCI (UDC)


10:00: Mercato Stadio a Pescara
11:00, via d'Avalos, incontro con i cittadini
17.30, circoscrizione 5 Piazza Duca degli Abruzzi
19:00 Parrocchia Santa Caterina via Mezzanotte
20:00, sede elettorale via Nicola Fabrizi, riunione con i candidati di Udc e Pescara Futura



LUCIANO D'ALFONSO (PD)



9:00, mercato via Pepe
11:00, piazza San Silvestro. Incontro con un gruppo di cittadini per questioni relative alla palestra e al circolo per anziani.
12:00, via Valle di San Mauro. Inaugurazione della nuova scuola d'infanzia Gescal.
15:00, via Campo Felice n°19, incontro con i residenti.
16:30 , palazzo di Città, incontro con i rappresentanti commercianti di Piazza Duca si terrà nella sala San Cetteo.
17:00, palazzo di Città, aula consiliare. Convocazione del Consiglio Comunale.
18:00, via Piave n° 129. Incontro elettorale organizzato dal presidente della Provincia De Dominicis , presso lo studio di Luciano D'Angelo.
19:00, via Rieti n° 45, incontro con i commercialisti, nella sede dell'ordine di questi professionisti.
21:00, via Mazzini, cena elettorale al ristorante Regina.


LUIGI ALBORE MASCIA (PDL)


9:00, incontro con i cittadini presso il mercato di via Pepe
12:00, visita all'Istituto 'Ravasco', in via Italica;
17:00, seduta straordinaria del Consiglio comunale di Pescara;

ITALIA DEI VALORI

Martedì primo aprile,alle ore 18.00, i candidati abruzzesi dell'Italia dei Valori alla Camera dei Deputati, Onorevole Carlo Costantini e la Dott.ssa Annita Zinni, ed il capolista dell'Italia dei Valori al Senato, Dott. Alfonso Mascitelli, parteciperanno ad un incontro pubblico presso il Museo Corradino D'Ascanio di Popoli.
All'incontro saranno presenti anche Vincenzo Davide, consigliere comunale di Popoli, e Valdo Lerza, coordinatore Cittadino dell'Italia dei Valori di Popoli.

31/03/2008 10.42