Incarichi professionali alla Provincia di Chieti: i Verdi piantano una grana

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1796

TRASPARENZA LAMPO. CHIETI. Si è svolto in un clima abbastanza sereno il Consiglio Provinciale che ha approvato tutti i punti all'ordine del giorno tranne quello sulla caccia che dovrà tornare all'esame della commissione. Ma...        
TRASPARENZA LAMPO. CHIETI. Si è svolto in un clima abbastanza sereno il Consiglio Provinciale che ha approvato tutti i punti all'ordine del giorno tranne quello sulla caccia che dovrà tornare all'esame della commissione. Ma...

 


 


 


 




Nella seduta del Consiglio Provinciale di mercoledì 26 marzo 2008 tra i punti all'ordine del giorno figurava anche la “Proposta di Programma annuale per il conferimento degli incarichi esterni di studio, consulenza o ricerca e collaborazioni ai sensi dell'art.3 comma 55 della Legge n.244/2007 (Finanziaria 2008)”.
Il partito dei Verdi è stato l'unico partito a votare contro il provvedimento.
Nei giorni scorsi c'erano state alcune polemiche per la mancanza di tempo sufficiente per studiare le carte.

«PROBLEMI DI METODO»

«Giovedì 20 Marzo (ossia il giorno prima il Venerdì Santo, ossia nei giorni delle Festività Pasquali)», spiega Alex Caporale, «ci arriva Sms dagli uffici provinciali che ci informa che i documenti sono stati depositati nelle cassette dei Consiglieri e che per Martedì 25 (ossia il giorno prima del Consiglio Provinciale ed il giorno dopo il Lunedì di Pasqua) è convocata la Commissione competente. Ancora una volta quindi, l'urgenza di approvare in tutta fretta un Provvedimento che per l'importanza dei contenuti richiederebbe, oltre che il contributo di tutte le forze politiche, qualche incontro per una corretta programmazione della materia».

«QUESTIONE DI MERITO»

Ma a parere dei Verdi, infatti, sembrerebbe trattarsi in realtà di una «mera ratifica» di incarichi già affidati, le cui procedure sembrerebbero siano già state completate da tempo ovvero di prosecuzione e di rinnovi piuttosto che di «programmazione da avviare o da discutere».
«Il tutto senza che mai prima d'ora il Consiglio», ha protestato Caporale, «fosse investito della questione nelle Commissioni competenti e in incontri per definire modalità, tempi, requisiti, titoli, fabbisogno del personale, ecc…»

BANDI GIA' ESPLETATI SUL SITO

Nella documentazione allegata, infatti, si richiedono professionalità per attività di marketing, di analisi dati, di cooperazione e terzo settore, di agenti di rete, di referente locale, di addetto alla formazione professionale (solo per citarne alcune) ma se si visita il sito della Provincia di Chieti si nota che i bandi per la ricerca delle suddette professionalità sono già stati espletati e addirittura sono presenti gli elenchi dei candidati ammessi e non ammessi (quindi prima di approvare il Programma posto all'ordine del giorno - il sottoscritto possiede copia della visita al sito datata 25 Marzo 2008).
«La Finanziaria poi recita testualmente “In nessun caso è ammesso il rinnovo del contratto o l'utilizzo del medesimo lavoratore con altra tipologia contrattuale” ed una Sentenza della Corte dei Conti del 2007 n.303 sez.Veneto, legittima il ricorso a professionalità esterne solo in caso di documentata e giustificata assenza di risorse interne, attraverso motivati criteri di individuazione certi, predeterminati e trasparenti. Ebbene», protesta il capogruppo dei Verdi, «nessun documento allegato alla delibera che documentasse e giustificasse l'assenza di risorse interne, nessun documento allegato alla Delibera che individuasse i criteri certi, predeterminati e trasparenti per il conferimento degli incarichi e/o per il congruo compenso, nessun documento allegato alla Delibera che riportasse il parere e/o la certificazione dell'Ufficio del Personale, come pure la Delibera votata (non dai Verdi) non recava la firma del Dirigente del Personale ai fini del parere sulla regolarità tecnica, come pure non recava la firma del Dirigente della Ragioneria ai fini del parere sulla regolarità contabile».
Così come spesso si trova la voce «da rinnovare»; così come la copertura della spesa risale a dicembre 2007.
«Insomma», conclude Caporale, «troppe perplessità, alle quali non sono state date risposte per l'urgenza di approvare in tutta fretta il provvedimento, che hanno portato il Partito dei Verdi a votare contro, unico modo per rispettare la Finanziaria 2008».

27/03/2008 13.55

L'ORDINE DEL GIORNO DI TAVANI

Ha trovato consenso l'ordine del giorno presentato dal consigliere di Alleanza Nazionale Antonio Tavani con i voti della minoranza e di parte della maggioranza (Rifondazione e Zuccarini del Pd hanno votato contro) con il quale si impegna il presidente della Provincia, Tommaso Coletti, a richiedere alla Regione Abruzzo il ripristino di un contributo di 5 mila euro per i comuni fino a 1000 abitanti, in modo da poter abbassare l'aliquota ICI sulla prima casa.
Su questo ordine del giorno il presidente Coletti è andato oltre, affermando, che nel momento in cui non ci fosse un intervento positivo da parte della Regione a versare il contributo sarà la stessa provincia a farlo.
Nella stessa seduta Tavani ha ricordato al presidente Coletti di prevedere con urgenza a predisporre la somma di 500 mila euro con la quale la Provincia – approvando a settembre 2007 un analogo ordine del giorno a firma Tavani – aveva inteso contribuire alla ristrutturazione degli edifici scolastici per i Comuni sotto i 10.000 abitanti, inseriti nella graduatoria regionale ma nella difficoltà di cofinanziare l'opera (dopo che la Regione Abruzzo per la prima volta sulla legge sugli edifici scolastici aveva inserito l'obbligo per i comuni del cofinanziamento).
Approvata anche la deliberazione per il programma del conferimento degli incarichi esterni di studio, consulenza e ricerca , predisposta secondo le regole della finanziaria 2008.
Il vincolo imposto dal Consiglio per l'anno in corso, è quello di diminuire la spesa rispetto al 2007, che tra l'altro era gia inferiore agli anni precedenti, così come documentato anche nel Bilancio Sociale 2006 predisposto dall'Ente.

27/03/2008 9.47

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/news/article.php?storyid=2073]IL PROBLEMA DELLA TRASPARENZA AMMINISTRATIVA[/url]