Roccamorice, una coalizione trasversale e Palumbo fa un passo indietro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1588

Roccamorice, una coalizione trasversale e Palumbo fa un passo indietro
ROCCAMORICE (PE). Francesco Palumbo, ex sindaco di Roccamorice decaduto dalla carica il 28 gennaio a causa delle dimissioni contestuali di nove consiglieri comunali non si ricandiderà.
Ha deciso, invece, di buttarsi in un'altra avventura: «parteciperò con un mio gruppo», ha spiegato, «alla costituzione di un raggruppamento civico insieme alla ex opposizione e a tutte le forze politiche interessate».
Candidato a sindaco è l'avvocato Antonio Parete, indipendente, ex capo dell'opposizione nella passata consiliatura.
«Per il bene del paese», Palumbo ammette di aver deciso di fare un passo indietro, «mettendo da parte l'orgoglio personale ed i pregiudizi».
La lista civica, in fase di ultimazione, si chiama "Roccamorice - Liberta' e Sviluppo" ed è costituita principalmente da indipendenti e da forze politiche di destra e di sinistra (una parte del Partito democratico, Rifondazione comunista, Popolo delle Libertà e Udc) «che hanno messo da parte le differenze e i distinguo politici per guardare esclusivamente agli interessi generali del paese».
Soddisfatto lo "strano" raggruppamento politico trasversale che è in queste ore, assicura il sindaco uscente «coeso, solido, in piena concordia, armonia ed entusiasmo».
L'obiettivo è uno solo: vincere e non lo nascondono: «Roccamorice», spiega ancora Palumbo, «deve uscire da un lungo tunnel di odio e di rancori mai sopiti e i roccolani devono recuperare fiducia e speranza nell'avvenire».

12/03/2008 10.09